16/11/2016

Dansyng walking: canta e cammina (sul tapis roulant)

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il 16/11/2016 Aggiornato il 16/11/2016

Arriva una nuova variante del Dansyng, la lezione di gruppo lanciata da Freddy: protagonisti i tapis roulant, la musica e le voci dei partecipanti che cantano in coro

Freddy

Avrete sicuramente già provato il Dansyng (dance + sing), la disciplina che ha portato in palestra un nuovo modo di allenarsi in gruppo: muovendosi e cantando. L’atmosfera è quella di un concerto, con luci soffuse, musica trascinante e un grande schermo, su cui si succedono visual grafici scoppiettanti e parole in 3D. Questo dettaglio fa pensare un po’ al karaoke e in verità durante il workout si canta, tutti insieme. Ma soprattutto ci si muove a ritmo di musica.

La chiave di lettura di questo allenamento è che sia il movimento sia il canto sollecitano cuore e polmoni: e il consumo energetico, per far fronte a entrambe le attività, aumenta in modo significativo.

L’ultima versione è sul tapis roulant

Dansyng walking è l’ultima nata fra le lezioni di “fitness cantato” e, come spiega Paolo Evangelista, docente presso la facoltà di scienze motorie all’Università di Torino, presenter internazionale di fitness e ideatore del format Dansyng insieme con il fratello Giulio, ha come protagonisti i tapis roulant. Ogni allievo lavora sul proprio, come nelle “normali” lezioni di walking, e il lavoro è basato su andature diverse, che seguono il ritmo dei brani di sottofondo. In più, però, qui c’è la voce (anzi, le voci degli allievi, tutti in coro) a sottolineare i ritornelli dei brani e ad accompagnare passi i passi.

A prova di gambe e glutei

I tappeti possono essere variamente inclinati, con una pendenza dai 9 ai 15 gradi, e comportano quindi un esercizio muscolare e cardiorespiratorio di intensità progressiva. I passi e gli esercizi si succedono in una concatenazione continua. I muscoli più sollecitati sono quelli delle gambe e i glutei, che si rassodano efficacemente e si snelliscono (chi l’ha provato assicura che sia proprio un workout a misura di donna).

Canta, così non senti la fatica!

Se l’idea di cantare mentre camminate in salita vi spaventa, non temete: è facilissimo, è un modo per segnare il passo, per tenere il tempo. E per divertirsi di più, annullando la monotonia. Con un plus che non vi aspettereste: recenti studi scientifici hanno provato che cantare allevia la sensazione di fatica, non solo perché trasferisce la concentrazione su qualcosa di diverso dallo sforzo fisico, ma anche perché comporta una ritmica immissione ed emissione dell’aria dai polmoni e regolarizza la respirazione. In pratica, impedisce di rimanere in apnea per lo sforzo e perciò migliora tutte le funzionalità dell’organismo durante il movimento.