01/07/2020

Overhead squat con il Fluilift per ridisegnare gambe, braccia e addominali

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il 01/07/2020 Aggiornato il 01/07/2020

Non sono “semplici” piegamenti sulle gambe ma coinvolgono anche tutta la muscolatura della parte superiore del corpo, grazie alla presenza del Fluilift, un bilanciere a carichi fluttuanti e oscillanti

Fluilift- squat

Comodo da usare, adatto alle donne per le sue caratteristiche poco “aggressive” e più efficace della variante tradizionale: il Fluilift è il bilanciere del futuro. Anziché essere dotato dei classici dischi in ghisa, che si fissano alle estremità (e che la maggior parte delle signore detesta), sfrutta due carichi di forma globulare (detti bounce disk), che esistono in varianti di peso diverse e contengono un liquido che fluttua ad ogni movimento dell’utilizzatore.

Perché è così efficace

Il suo plus? Produce interferenze, disturba l’esecuzione di ogni gesto, sottoponendo l’organismo a uno spettro di stimolazioni motorie molto più ampio: in pratica, oltre a far potenziare la muscolatura come fa qualsiasi carico esterno, sviluppa anche la reattività e offre un training neuromuscolare utilissimo anche nella vita reale.

I bounce-disk di peso inferiore (cioè i più adatti al pubblico femminile) possono anche essere appesi alla barra con speciali elastici: oltre a controllare la fluttuazione del contenuto liquido, quindi, si deve fronteggiare l’oscillazione dei due carichi.

Come eseguire l’overhead squat

Alessandro Barbero, coordinatore della Reaxing Academy, suggerisce un esercizio che mette in gioco in modo sinergico e completo tutti i gruppi muscolari del corpo: l’overhead squat, che modella la silhouette e con movimenti semplici, e accessibili a tutte, abitua a gestire situazioni di instabilità e stimoli imprevisti. Preparate il Fluilift con i bounce disk da 5 kg oscillanti (non temete, non è un peso inaccessibile perché la sequenza è molto facile) e posizionatevi in piedi.

Distanziate le gambe quanto la larghezza del bacino, con i piedi lievemente extraruotati, e sorreggete il Fluilift a braccia tese al di sopra della testa. Mantenendo ferma la parte superiore del corpo, eseguite degli squat: tenete le ginocchia allineate con il secondo dito del piede e “bloccate” la schiena, controllando che la zona lombare non perda la sua curva naturale (contraete gli addominali) e facendo in modo che i muscoli dorsali siano attivi (le scapole si avvicinano). Effettuate 3 serie da 8 squat.