13/02/2020

Padel, prova lo sport del momento

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il 13/02/2020 Aggiornato il 13/02/2020

È una via di mezzo fra il tennis e lo squash, tonifica, fa bruciare molte calorie, ma soprattutto è divertente. E l’atmosfera allegra che si respira in campo facilita le nuove amicizie

padel

Ha conquistato numerosi volti noti dello sport e dello spettacolo, vede nascere tanti nuovi circoli e club in tutta Italia ed è in forte crescita di consensi fra le donne di tutte le età. Parliamo del padel, uno sport non solo trendy ma anche (e soprattutto) facile da imparare e molto divertente.

Questo sport del momento si gioca in coppia, non esiste il singolo, ed è un’attività motoria completa e molto allenante, che unisce lavoro cardio e tonificazione muscolare (in una partita di intensità media si bruciano anche 4-500 calorie).

Un mix tra tennis e squash

Mauricio Algarra Lopez, maestro nazionale presso il Padel Club Milano e giocatore nella squadra del Messico, spiega che è un mix fra il tennis e lo squash. Si gioca in un campo di dimensioni più ridotte rispetto a quello da tennis, circondato da pareti di vetro e rete che vengono sfruttate durante gli scambi: oltre a far rimbalzare (non più di una volta) la pallina a terra, infatti, i giocatori possono sfruttare anche le pareti, perché vale anche questo tipo di rimbalzo, perciò gli spostamenti sul campo sono più brevi che nel tennis tradizionale, ma molto più veloci e dinamici. Per il resto colpi e regole sono gli stessi.

Uno sport per tutte le stagioni

L’atmosfera su un campo da padel e a fine partita è molto più allegra e vivace che nel tennis tradizionale e lo rende un po’ simile al beach tennis, perché la componente aggregante è molto forte. L’abc si impara molto rapidamente, anche se non si è mai presa in mano una racchetta, e già il primo giorno di lezione si riesce a fare qualche scambio divertendosi, perché su un campo piccolo la palla è sempre vicina a chi gioca e questo rende tutto più facile. Nei club di padel si possono seguire lezioni individuali o corsi di gruppo, e ci sono campi sia indoor che outdoor (cioè si può giocare tutto l’anno).

Il parere della campionessa

Giulia Sussarello, 27enne campionessa italiana in carica (ha vinto il titolo nel 2018 e nel 2019), giura che per le donne questa disciplina è un ottimo modo per tenersi in forma. Anziché andare in palestra, luogo chiuso dove si fanno allenamenti anche noiosi, giocare a padel rende toniche, scattanti, sviluppa i riflessi e la coordinazione. In modo divertente. Poiché si gioca in due, in famiglia, con gli amici, basta provare per capire che poi ci si appassiona e non si riesce più a smettere. Il plus? Il campo è piccolo, c’è molta interazione anche con gli avversari e “fare gruppo” è un aspetto molto importante e stimolante. Giulia è la prova vivente che nel padel si stringono amicizie… e non solo. Ha cercato Mauricio Algarra Lopez per migliorare il suo gioco, ha iniziato a giocare e ad allenarsi di più… e poi sono diventati una coppia.

Nel padel si usa una racchetta più corta simile a quella del beach tennis, con il piatto privo di incordatura, bucherellato, quindi più leggera e maneggevole. Il fatto che l’impugnatura sia vicina al piatto, cioè che la mano si trovi vicina alla palla durante i colpi, fa sì che anche i principianti imparino a giocare più facilmente. Esistono modelli diversi e con peso vario: per un migliore controllo dei colpi e per fare meno fatica, alle neofite è consigliabile un attrezzo leggero.