25/07/2018

Massaggia l’esterno coscia con il roller

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il 25/07/2018 Aggiornato il 25/07/2018

Per far compiere all’attrezzo cilindrico ripetuti passaggi sulla fascia laterale delle cosce, spesso colpita dagli inestetismi, si esegue un efficace esercizio di tone-up e si contrastano ritenzione e cellulite localizzate

Le tensioni muscolari anomale, specie quando interessano le zone critiche (cosce, glutei, fianchi) sono una delle cause dell’insorgenza della stasi linfatica e della cellulite, perché ostacolano il corretto deflusso dei liquidi intestiziali e delle tossine. Allentare le contratture, quindi, permette di ripristinare la circolazione corretta e di migliorare il metabolismo cellulare. A questo scopo è utilissimo il Massage roller, l’attrezzo cilindrico con scanalature ed elementi sporgenti sulla superficie esterna, il cui massaggio agisce sui cosiddetti ‘trigger point’ o ‘punti grilletto’, cioè quei ‘nodi’ dolorosi che sono presenti nei muscoli contratti. Per consentire al roller di effettuare il suo massaggio decontratturante, bisogna muovere opportunamente il corpo sopra al cilindro: in pratica si esegue un esercizio a corpo libero, che fa lavorare efficacemente la muscolatura del corpo. La nostra personal trainer Evgenia Babrovskaia, senior coach della WTA Functional training academy (www.wta-functionaltraining.com), suggerisce un esercizio total-body che ha come risultato il massaggio della fascia laterale delle cosce.

Le contratture muscolari possono manifestarsi dopo sforzi fisici particolarmente intensi o a causa di posture scorrette, ma talvolta sono espressione anche di stress, ansie ed emozioni violente

Come si esegue

Sdraiate su un fianco, con il roller posizionato sotto alla parte esterna della coscia, le gambe unite e tese, il busto sorretto dall’avambraccio inferiore (che è aderente al suolo), la spalla lontana dall’orecchio. Con un ritmico movimento avanti-indietro, fate rotolare il rullo dal ginocchio all’anca e viceversa. Se avvertite contratture localizzate, soffermatevi lungamente sui punti dolenti con movimenti più brevi. Continuate per un arco di tempo che può variare da 30 secondi a 2-3 minuti, secondo il bisogno. Poi ripetete il massaggio sull’esterno coscia dell’altra gamba.

Che cosa lavora

Per effettuare il massaggio, dovete compiere un movimento che fa lavorare in sinergia tutta la muscolatura corporea, inclusi i muscoli dell’upper-body (braccia, spalle e dorso). In particolare il core è molto sollecitato, perché la sua attivazione serve a mantenere la postura corretta della plank laterale, la stabilità del corpo e a proteggere la schiena.