In palestra sulle rotelle

Emanuela Bruno
A cura di
Pubblicato il Aggiornato il 14/09/2018
È arrivato lo Skating, un attrezzo con quattro rotelle che fa da base di appoggio per un’infinità di esercizi super-efficaci: si modella la figura, si allena la resistenza e si sviluppano equilibrio e coordinazione
DEF1

Vi diverte cimentarvi con lo skateboard o con i pattini a rotelle? Allora dovete provare il DG Skating, un nuovo programma di training in palestra, presentato all’ultima edizione di Riminiwellness. L’attrezzo che lo caratterizza, chiamato proprio Skating, offre potenzialità allenanti molto complete e varie. Immaginate una piccola tavola sostenuta da quattro ruote, con una lunghezza massima di circa 40 centimetri: ne esistono tre varianti, differenziate nella forma (rettangolare o tonda), nelle peculiarità delle ruote e nelle prestazioni, ma in ogni caso viene usato per eseguire centinaia di esercizi sempre nuovi e diversi, sfruttandolo come appoggio.

Il training tonifica la muscolatura, migliora la resistenza cardiorespiratoria, aiuta a snellire la silhouette, sviluppa coordinazione, agilità, equilibrio e propriocezione

Training modellante

Il personal trainer Donato Gioielli, che ha ideato il format e ha messo a punto lo Skating, spiega che la peculiarità del lavoro è l’instabilità, perché le ruote fanno muovere l’attrezzo e questo costringe ad attivare sempre i muscoli stabilizzatori del corpo (primi fra tutti quelli del core), per non farlo “scappare”, mantenendo così l’equilibrio e la postura corretta durante le sequenze. Si tratta di un training di tipo funzionale, con esercizi multiarticolari, multidirezionali e multiplanari che coinvolgono tutti i gruppi muscolari, modellano e definiscono la figura, fanno bruciare calorie.

Sullo Skating si può stare in piedi, in posizione eretta, oppure lo si può impiegare negli esercizi al suolo come supporto solo per le mani, o solo per i piedi. O ancora, se ne possono utilizzare due, o addirittura due coppie, posizionando un solo piede o una sola mano su ogni attrezzo e muovendo le braccia o le gambe in modo indipendente e in direzioni diverse, facendo scorrere le piccole piattaforme a ruote. Le combinazioni sono moltissime.

In gruppo o da soli

Potete provare questo nuovo attrezzo nelle lezioni di gruppo accompagnate dalla musica, ma anche negli allenamenti individuali, con il personal trainer o a casa, in modalità fai-da-te. Poiché lo si trasporta agevolmente, le sedute possono avvenire al chiuso oppure outdoor. I corsi in palestra hanno una struttura a interval training e alternano fasi più cardio, di impronta coreografica, e fasi di potenziamento mirato, con esercizi in appoggio sull’attrezzo. Il lavoro individuale, invece, viene ovviamente calibrato sulle esigenze e sugli obiettivi personali. In ogni caso l’allenamento sullo Skating è adatto a tutti, indipendentemente dall’età e dalla preparazione fisica di partenza, perché basta modificare il modo in cui ci si appoggia per rendere anche il singolo esercizio più o meno intenso, secondo il bisogno.