18/03/2020

Gambe toniche: fai gli squat con il Fluilift per un’azione sculpt & tone

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il 18/03/2020 Aggiornato il 18/03/2020

Grazie al Fluilift, un bilanciere di ultima generazione che sostituisce i pesi di ghisa con due elementi globulari pieni di liquido fluttuante, i piegamenti sulle gambe diventano molto più efficaci e modellano dalla vita in giù

Fluilift -squat

Avete mai sentito parlare di Reax Fluilift? Si tratta di  un bilanciere di ultima generazione, un attrezzo sicuramente meno impattante e “aggressivo” rispetto alla versione tradizionale con i pesi in ghisa e per questo già molto amato dalle donne. La sua caratteristica è che alle estremità della barra si fissano due carichi di forma globulare (detti bounce disk), contenenti un liquido che fluttua ad ogni movimento dell’utilizzatore. Risultato? Non si lavora sorreggendo e sfruttando soltanto un carico “fisso”, più o meno pesante, ma si eseguono esercizi con un attrezzo destabilizzante, perché il liquido all’interno dei bounce disk si muove ad ogni movimento e, in alcuni casi, i bounce disk sono agganciati in modo da poter oscillare a loro volta.

Perché è così efficace

Come spiega Alessandro Barbero, coordinatore della Reaxing Academy, tutte queste interferenze casuali, che disturbano l’esecuzione del gesto, sottopongono chi si allena a uno spettro di stimolazioni motorie molto ampio: sviluppano cioè la reattività e offrono un training neuromuscolare molto più efficace e utile rispetto a quello con i tools tradizionali.

I carichi globulari pieni di liquido esistono in varianti di peso diverse e quelli più leggeri sono perfetti per le donne.

Gli esercizi con il Fluilift prevedono movimenti semplici, quindi alla portata anche di chi non è particolarmente allenata, ma sono sfidanti, per effetto degli sbilanciamenti inattesi che si devono affrontare e gestire. Se il vostro obiettivo è tonificare e definire le gambe e i glutei, il coach suggerisce gli squat, che sono uno degli esercizi più efficaci per modellare la silhouette dalla vita in giù anche a corpo libero: naturalmente l’uso del Fluilift li rende molto più benefici. Imparate a eseguirli correttamente con un istruttore, poi potrete passare al fai-da-te.

Come si eseguono gli squat

Caricate l’attrezzo con i bounce disk da 5 kg: è un peso che non deve intimidirvi, perché il movimento degli squat è uno dei più basici del fitness e non sottoporrete le articolazioni a stress potenzialmente rischiosi.

In piedi, con le gambe distanziate quanto la larghezza del bacino e i piedi lievemente extraruotati. Posizionate il Fluilift sulle spalle (la posizione corretta è sotto alla base del collo, in modo che non appoggi direttamente sulle vertebre cervicali) ed effettuate dei piegamenti sulle gambe, mantenendo le ginocchia allineate con il secondo dito del piede. La schiena è “bloccata”, con la zona lombare che non perde la sua curva naturale e i muscoli dorsali attivi (le scapole si avvicinano).

Eseguite una serie da 8 squat e ripetetela 3 volte.