20/02/2019

Gambe snelle e senza cellulite: serve una palla

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 20/02/2019

Usando la giant med ball come sovraccarico, il torsion lunge vi aiuta a tonificare i muscoli di gambe e glutei e a migliorare la circolazione dalla vita in giù, contrastando cellulite e ritenzione

Evgenia - giant med ball - gambe

Per tonificare e modellare le gambe, riattivando la circolazione in profondità e prevenendo (o contrastando) anche la cellulite dovuta al ristagno linfatico e al rallentamento nel ritorno venoso, sono utili gli esercizi in cui viene coinvolta in modo dinamico tutta la muscolatura degli arti inferiori: in particolare quelli in cui è presente una “spremitura” dei muscoli, che comporta una spinta dei liquidi dai piedi verso l’alto. La nostra personal trainer Evgenia Babrovskaia, senior coach della WTA Functional Training Academy (www.wta-functionaltraining.com), ce ne insegna uno chiamato “torsion lunge”, da effettuare con l’ausilio di una giant med ball, la “palla medica” grande.

La presenza del carico destabilizza e fa lavorare anche i muscoli del core, cerniera fra la parte bassa e quella superiore del corpo, che devono mantenere l’equilibrio e la postura corretta.

Come un peso

La palla, che ha un diametro di circa mezzo metro ed è riempita di sabbia (ne esistono numerose varianti di peso dai 4 kg in su), è perfetta per i training funzionali declinati in chiave femminile ed è utilissima per far lavorare più intensamente le gambe se la si sorregge come sovraccarico.

Il torsion lunge

Nel torsion lunge, tenendo la giant med ball davanti al petto, dovete effettuare una camminata a base di affondi in avanti. Nella gamba che si sposta in avanti il ginocchio si piega e la coscia arriva ad essere parallela al suolo, in quella che rimane indietro il ginocchio si avvicina al pavimento. Ogni volta che eseguite un passo avanti e che piegate le ginocchia, facendo attenzione a mantenere il busto eretto, dovete compiere anche una marcata torsione del busto nella direzione della gamba che avanza, portando così i gomiti sulla linea della coscia. Effettuate una camminata con 15-25 passi, secondo le vostre possibilità e il vostro livello di allenamento, e ripetete la sequenza 6 volte con una breve pausa fra un blocco di lavoro e il successivo.

Quali muscoli lavorano

Il lavoro è concentrato sul muscoli delle gambe e dei glutei ma, grazie al sovraccarico, anche gli addominali sono molto sollecitati e l’esercizio è indicato quindi sia per modellare le gambe, sia per ridurre la “pancetta”.