Topinambur: più energia, meno cellulite

Redazione Pubblicato il 06/12/2016 Aggiornato il 06/12/2016

Ricchi di fibre, proteggono l’intestino e aiutano a tenere sotto controllo la cellulite

topinambur

Bello a vedersi proprio non è. Ma il topinambur nasconde, dietro un aspetto ruvido, una polpa ricchissima di virtù nutrizionali che vale la pena sfruttare proprio in inverno.

I micronutrienti presenti in questo tubero, zinco, rame, selenio, ferro, magnesio e potassio, vitamina A e vitamine del gruppo B, aiutano infatti a superare la spossatezza fisica e mentale che spesso caratterizzano il periodo più buio e freddo dell’anno.

La presenza di arginina, un aminoacido che aiuta il lavoro del fegato è preziosa invece per tenere sotto controllo il livello di trigliceridi nel sangue, conseguenza di un non corretto metabolismo degli zuccheri a livello epatico.

Una fibra preziosa

Il topinambur è ricco di carboidrati ma, a differenza della patata, più che amido contiene un altro zucchero complesso: l’inulina. Si tratta di una fibra solubile che non viene digerita dall’intestino, non alza la glicemia ma al contrario aiuta a ridurre l’assorbimento degli zuccheri, a tutto vantaggio della salute e anche della linea.

Arrivata nell’intestino, l’inulina agisce come un prebiotico che aiuta a rinforzare e proteggere la flora batterica, con un vantaggio anche sulla regolarità intestinale, prezioso per evitare accumuli di scorie che favoriscono e peggiorano la cellulite.

Come sceglierli e cucinarli

Al momento dell’acquisto è bene controllare che i tuberi siano sodi, senza ammaccature: si possono poi conservare in frigorifero, in sacchetti di carta, oppure in un luogo buio e fresco perché il contatto con l’aria e la luce tende a raggrinzirli. Non serve sbucciarli: basta lavarli e spazzolarli con cura sotto l’acqua corrente. I topinambur bianchi che si trovano già verso la fine dell’estate sono ottimi da cucinare come le patate in padella oppure al vapore mentre quelli rossi, disponibili da ottobre ad aprile, si possono mangiare anche crudi tagliati a fettine sottilissime e aggiunti alle insalate.

Diet alert

I topinambur hanno le stesse calorie delle patate, circa 73 per etto: meglio non esagerare quindi con le porzioni per evitare di far salire l’ago della bilancia.