28/01/2021

Mirtilli rossi contro infiammazioni e gonfiori

Simona Lovati
A cura di Simona Lovati
Pubblicato il 28/01/2021 Aggiornato il 28/01/2021

Bacche e foglie di questo piccolo arbusto del Nord America racchiudono preziose sostanze per il nostro benessere e la nostra bellezza

Mirtilli rossi

Noto e utilizzato già dagli indiani del Nord America, terra che gli deve i natali e dove si concentra ancora oggi la maggior parte delle coltivazioni, il mirtillo rosso, o cranberry, è un piccolo arbusto dalle numerose proprietà benefiche che produce una piccola bacca rossa molto succosa.

Anti-infiammatorio, anti-batterico e vitaminico

«Grazie alla buona disponibilità di polifenoli che impediscono ai batteri (specie l’esterichia coli) di aderire alla mucosa della vescica limitandone lo sviluppo e la proliferazione, la pianta è un valido alleato contro la cistite e grazie a questa proprietà anti-batterica e anti-microbica è utile anche per il benessere dei denti, prevenendo carie e problemi gengivali», spiega la dottoressa Arianna Torti, specialista in tecniche erboristiche a Tortona (AL). Essendo anche -infiammatorio per via del suo contenuto di flavonoidi antiossidanti, è un supporto nel combattere i disturbi legati all’artrite.

Ricco di fibre e polifenoli è amico del cuore per prevenire le malattie cardiovascolari, abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e in minor misura anche quelli di glicemia.

Grazie alla presenza di vitamine C ed E è un aiuto per le donne in gravidanza nel limitare la gestosi, una condizione causata dalla pressione alta della futura mamma e dall’aumento delle proteine nelle urine che può portare al parto prematuro. Da somministrare però sotto controllo del ginecologo. Fonte di fibre, facilita anche la digestione.

Diversi formati

Come si assume il cranberry? È disponibile in erboristeria o supermercati con reparti dedicati ai prodotti naturali sottoforma di tisana (si può preparare anche a casa lasciando in infusione le foglie essiccate per 15 minuti in acqua bollente), gemmoderivato in gocce, integratori in associazione ad altre erbe, succo (da preferire senza l’aggiunta di zuccheri per tagliare l’apporto calorico in quanto 100 grammi di mirtillo rosso contengono già 46 chilocalorie). È versatile in cucina sia fresco sia in polvere per aromatizzare piatti dolci e salati come la carne.

Sulla pelle

Nelle formulazioni degli skincare viene scelto soprattutto per combattere la couperose (capillari dilatati) grazie al suo contenuto di acido folico o vitamina B9 e tannini, che rafforzano il tessuto connettivo e le pareti dei capillari. Per questo motivo è un rimedio per dare sollievo alle gambe gonfie e pesanti a causa di un rallentamento del flusso sanguigno. È un elisir naturale contro rughe e segni di espressione perché è ricco di resveratrolo anti-age.

Per tutti (o quasi)

La pianta non ha controindicazioni, fatta eccezione per le persone che assumono farmaci anti-coagulanti per la circolazione, che devono consultare il proprio medico. In dosi eccessive può essere lassativo e dare qualche fastidio allo stomaco perché contiene fibre.