22/01/2019

Lupini per tenere a bada il colesterolo

Saverio Pepe
A cura di Saverio Pepe
Pubblicato il Aggiornato il 23/01/2019

Questi legumi detox aiutano a mantenere corretto il livello di colesterolo e triglicerdi del sangue. Sono inoltre un'ottima fonte di proteine vegetali, raccomandate nei menù vegetariani e vegani

lupini

Peccato utilizzarli solo come snack! I lupini sono una fonte eccellente di omega 3 e 6, nonché di tocoferolo, sostanze che in sinergia aiutano fegato ed epidermide a svolgere la loro funzione di filtro delle tossine, favorendo l’eliminazione di colesterolo e trigliceridi e l’idratazione profonda del derma. Privi di glutine, oltre a contenere acidi grassi monoinsaturi, favoriscono l’attivazione degli enzimi nell’intestino, migliorando il metabolismo.

Come tutti i legumi sono poi un’ottima fonte di proteine vegetali,  raccomandate a vegetariani e vegani per non avere carenze.

Come prepararli

I lupini contengono un alcaloide particolarmente amaro e quindi prima di essere mangiati devono essere bolliti in acqua. Vengono normalmente salati per immersione in salamoia. Tale procedura ha attribuito loro il nome di “lupini sanati”.

La ricetta: polpette profumate

Per preparare delle ottime polpette servono 250 g di lupini, 50 g di pancarrè, un uovo, 50 g di parmigiano, sale, pepe, timo, 35 g di pangrattato. Tenere i lupini a bagno per almeno 45 minuti così da eliminare l’eventuale eccesso di sale. Sbucciare i lupini e passarli nel mixer. Aggiungere alla purea così ottenuta il pancarrè a pezzetti, l’uovo, il formaggio e il pangrattato. Salare e pepare. Aromatizzare con il timo. Amalgamare tutti gli ingredienti (se risultassero troppo asciutti aggiungere poco latte) e formare delle polpette. Cuocere in forno a 180° per 15-20 minuti.

L'idea in più

 Versatile e salutare, consigliata a diabetici, agli sportivi e ai vegani è la farina di lupini, apprezzata per la ricchezza di zinco e calcio, minerali che assicurano energia mentale e fisica.