14/04/2021

Latte fieno: ricco, genuino, buono anche per l’ambiente

Simona Lovati
A cura di Simona Lovati
Pubblicato il 14/04/2021 Aggiornato il 14/04/2021

Dal gusto pieno e deciso, il latte fieno offre notevoli benefici a livello nutrizionale. E vantaggi per il nostro ecosistema (mucche comprese)

latte fieno

È una Specialità Tradizionale Garantita (STG) originaria dell’Austria che ha ricevuto questa importante denominazione nel 2016 dall’Unione Europea. Nel Belpaese è prodotto soprattutto in Alto Adige per affinità territoriale. Il latte fieno (Heumilch in tedesco) è un latte a tutti gli effetti con una particolarità: viene munto da mucche che si cibano unicamente di erba fresca durante la bella stagione e di erba essiccata, cioè fieno, in inverno.

La differenza sostanziale sta nel fatto che le mucche non sono nutrite con insilati, cioè da foraggio fermentato, che possono provocare problematiche alimentari come proliferazioni batteriche, nel caso in cui i processi fermentativi dei foraggi stessi non vengano rispettati in maniera rigorosa

.

Più buoni

Grazie alla “dieta green” delle mucche da alpeggio questo latte – dal quale si possono ricavare yogurt e formaggio -, presenta una quantità maggiore di omega 6 e di grassi coniugati, che hanno effetti positivi sugli stati infiammatori (contrastano anche l’azione dei radicali liberi) e sembra che siano in grado di proteggere dal diabete. Senza dimenticare che il latte fieno è privo di OGM.

Dedicato a…

È adatto a tutti, anche ai bambini a partire da un anno di età, proprio come il cugino più “tradizionale”. Fanno eccezione le persone che hanno un’intolleranza significativa al lattosio (che ricordiamo è una condizione soggettiva che dipende dalle dosi consumate) e gli allergici alle proteine del latte. Non ci sono effetti secondari per quanti soffrono di allergie da fieno.

Eco-friendly

Questo drink offre dei benefits anche alle mucche che vengono allevate in modo estensivo e non intensivo, cioè senza il bisogno di avere grandi spazi coltivati per il loro sostentamento, che richiedono inevitabilmente l’uso di pesticidi, fertilizzanti e combustibili fossili che a lungo termine impoveriscono il suolo. Inoltre, gli agricoltori che hanno a disposizione alpeggi da fieno curano il loro terreno in maniera sostenibile. E i ruminanti ringraziano.