Ciclo irregolare: la soluzione arriva dall’orto

Saverio Pepe
A cura di Saverio Pepe
Pubblicato il Aggiornato il 22/01/2019

I finocchi crudi, grazie ai fitoestrogeni, contrastano tutti i disturbi conosciuti come sindrome premestruale. Ma sono utili anche in menopausa e durante l'allattamento

finocchi - sindrome premestruale

Leggeri, digeribili e poco calorici ma soprattutto ricchi di fitoestrogeni ad alto assorbimento. Questo l’identikit dei finocchi, tra gli ortaggi più consumati in Italia.

Grazie a queste sostanze, aiutano a regolarizzare il ciclo mestruale, contribuendo a contrastare dismenorrea, amenorrea e tutti quei disturbi che solitamente sono raggruppati sotto il nome di “sindrome premestruale”.

In più i finocchi contengono cumarine, sostanze dall’alto potere antispastico che si manifesta soprattutto se consumati crudi. Potassio e vitamina B3 ne fanno anche uno dei mezzi più efficaci a tavola per la prevenzione delle malattie a carico dell’apparato riproduttivo femminile.

Non solo per regolarizzare il ciclo

I finocchi sono un alimento ideale anche per chi affronta la menopausa, per le donne in gravidanza, per chi ha un ciclo particolarmente doloroso. Il loro consumo favorisce inoltre la montata lattea e aiuta i bambini ad avere meno coliche durante l’allattamento.

Come consumarli

Per preservare alcuni nutrienti meglio mangiarli crudi. Si possono gustare in pinzimonio oppure aggiunti alle insalate. Sono un ottimo ingrediente di centrifugati e frullati.

La ricetta invernale

Si può preparare un’ottima insalata invernale di finocchi e arance. Eliminate le barbe verdi, il fondo e le parti più esterne di 2 finocchi. Tagliateli a fettine sottili con una mandolina. Sbucciate l’arancia, eliminate tutte le parti bianche amare e tagliatela a fettine sottili. Mescolate i due ingredienti e arricchite a piacere uvetta o noci. Salate. Condite con olio extravergine di oliva. Completate con pepe nero macinato al momento.

Se volete risultati immediati

Per un effetto immediato contro i dolori mestruali si può utilizzare l’olio essenziale di finocchio puro biologico (in erboristeria e farmacia), aggiungendone una goccia al condimento di verdure crude o cotte.

L'esperto consiglia

Mettendone 5 gocce in un litro e mezzo d’acqua minerale frizzante naturale, si ottiene una curiosa ma gradevole bevanda da utilizzare per placare gli spasmi uterini.