21/03/2020

Tiramisù, una gioia per il palato (e anche per il cuore)

Alberta Mascherpa Pubblicato il 21/03/2020 Aggiornato il 21/03/2020

Di questi tempi una piccola golosità può essere d’aiuto per affrontare la giornata. Meglio se in versione light per non esagerare con le calorie

giornata tiramisù

Tutti gli eventi sono ovviamente cancellati, ma la passione tutta italiana per questo dolce ha spinto anche quest’anno a rispettare la celebrazione: la giornata del 21 di marzo sarà tutta dedicata al tiramisù che l’Accademia del Tiramisù invita a preparare in casa per guadagnare un pizzico di buonumore in un momento non certo sereno come quello che stiamo vivendo.

Buono e anche leggero

Se le più fortunate che non hanno problemi di linea possono concedersi anche in tempi di sedentarietà il classico tiramisù con il mascarpone, goloso ma  decisamente calorico, chi invece teme che le giornate lente possano lasciare segni visibili sui fianchi può decidere di sperimentare la ricetta in versione light.
Il trucco più semplice per tagliare sulle calorie è quello di sostituire il mascarpone con la ricotta, meglio se in una versione morbida e cremosa; volendo si può usare una ricotta un po’ più corposa come quella di capra o di pecora ma attenzione in questo caso a montarla bene con le fruste perché diventi soffice. Chi vuole essere ancora più virtuosa può decidere di usare la ricotta light che ha un 45% in meno di grassi e permette quindi di alleggerire ulteriormente la ricetta. Attenzione anche allo zucchero che si aggiunge alla ricotta: qualche cucchiaino si può sempre togliere, rispetto alle dosi indicate, senza compromettere il sapore. Volendo poi si può sperimentare la stevia che dolcifica senza calorie.

La versione più fresca, anche per i bambini

Se poi volete un tiramisù che oltre ad essere leggero sia adatto proprio a tutti, anche i piccoli che non possono bere caffè né liquore potete preparare la versione con le fragole. La base rimangono sempre i savoiardi da bagnare con un frullato ottenuto con un cestino di fragole, un cucchiaio di zucchero (che potete sempre sostituire con la stevia) e un paio di cucchiai di acqua. Sopra a completare il dolce al posto della tradizionale spolverata di cacao potete mettere delle fettine di fragola.  In alternativa alle fragole potete ovviamente usare la vostra frutta preferita o quella che avete in casa: ad esempio potete bagnare i savoiardi con il succo di ananas e aggiungere alla crema pezzetti di ananas o di altra frutta esotica, frutti di bosco ma anche pere tagliate sottili. Qualsiasi sia la ricetta che preparate comunque ricordatevi sempre che il tiramisù va lasciato in frigorifero per un paio di ore prima di gustarlo in modo che si compatti e prenda sapore.

Tiramisù è la prima parola della cucina italiana conosciuta all’estero, più ancora di pizza, e la sua ricetta è stata la più cliccata del web nel 2019.