Ortaggi stagionali: benessere in tavola

Redazione Pubblicato il 30/01/2018 Aggiornato il 30/01/2018

Vitamine, fibre e sali minerali. Sono questi i beni preziosi racchiusi negli ortaggi tipici della stagione fredda

benessere-ortaggi

Il carrello della spesa? Dovrebbe essere riempito con prodotti freschi e stagionali, che sono nel pieno delle loro potenzialità dal punto di vista nutrizionale. E ci permettono anche di risparmiare qualche centesimo in più. Con la dottoressa Elisabetta Macorsini, biologa nutrizionista e diet coach a Milano e Busto Arsizio (VA), scopriamo quali sono gli ortaggi giusti da scegliere (e come cucinarli) in inverno.

Carciofo, ricco di fibre

Ideale nelle diete (apporta 22 calorie ogni 100 grammi), è una delle verdure più ricchi di fibre, importanti per il benessere della macroflora intestinale e nella digestione, in particolare l’inulina, che previene la stitichezza e modula la glicemia. Presenta una buona disponibilità di vitamine del gruppo B, per il buon funzionamento del metabolismo cellulare, vitamina C e K, utile per il sistema osseo. Contengono sali minerali, calcio, fosforo, magnesio, sodio e potassio, rame e ferro. A livello epidermico, è un alleato per pelli impure, grazie alle sue qualità depurative. Si consuma cotto a vapore oppure in insalata cruda, con l’aggiunta di qualche gocce di limone per evitarne l’ossidazione.

Porro, fonte di vitamina C, ferro e fibre

Fonte di vitamina C, ferro e fibre, ha proprietà diuretiche, lassative e antisettiche. Per questo motivo, è un ottimo rimedio per trattare anemie, infezioni urinarie e mantenere basso il livello di colesterolo. Essendo povero di grassi, è un ingrediente top nelle diete dimagranti. Da utilizzare cotto o crudo, si impiega per insaporire zuppe, stufati, contorni e per dare quel tocco in più ai formaggi.

Cavolo verza, con vitamine E, A, C

È una varietà del cavolo cappuccino e contiene vitamine E, A, C, fosforo, calcio, potassio zolfo e acido folico (indispensabile in gravidanza). Per le sue proprietà antinfiammatorie e depurative, il suo succo è utile per attenuare gli inestetismi della pelle. Il consiglio è di mangiarlo cotto a vapore oppure centrifugarlo a crudo.
Finocchio. Depurativo, diuretico, antiossidante, rafforza le difese immunitarie e aiuta a prevenire e a combattere l’anemia, perché ricco di ferro e vitamina C. Grazie all’anetolo – un composto piuttosto diffuso in natura -, riduce le coliche renali. Ѐ consigliato alle donne che allattano, in quanto favorisce la secrezione lattea.

Rapa, con fosforo, calcio, potassio

Ricca di vitamina C, B6, fosforo, calcio, manganese, potassio, indoli e fibre, contiene anche vitamina B6, calcio, manganese, potassio e indoli (sostanze che stimolano l’organismo a produrre degli enzimi benefici per il benessere). Per mantenere inalterate le sue proprietà, il metodo di cottura più indicato è quello al vapore, oppure cruda in salata.

Ricette stagionali

  • Bevanda “brucia-grassi”: centrifugare due limoni, una foglia di cavolo e un pizzico di zenzero.
  • Risotto alle rape bianche: due rape, quattro tazze di riso integrale, quattro tazze di brodo vegetale, 1/3 di porro, prezzemolo, olio e sale.

Preparazione:
Tritare prezzemolo e porro e portare a ebollizione il brodo in pentola. Tagliare a piccoli pezzi le rape. A questo punto, realizzare un soffritto con prezzemolo e porro al quale aggiungere rape, riso e un pizzico di sale. Arrostire leggermente il riso con le rape, versando poco alla volta un po’ di brodo per circa 20 minuti, a fuoco basso, mescolando di frequente. Servire con un filo di olio a crudo e una spolverizzata di parmigiano o grana.