19/03/2019

Linea. Stai attenta ai “falsi magri”

Alberta Mascherpa Pubblicato il Aggiornato il 19/03/2019

Ci sono cibi che sembrano light ma che in realtà possono pesare sulla linea. Se non vuoi appesantirti, impara a scegliere bene

Falsi magri

Ingannano e sono decisamente “pericolosi” almeno per la linea. Sono cibi che nell’immaginario comune si pensano dietetici e light ma che in realtà forniscono un bel po’ di calorie. Questo non vuol dire che vanno banditi dalla tavola ma che vanno consumati con una certa attenzione.

Leggerissimi? Solo all’apparenza…Sono tanti i cibi “innocenti” che in realtà hanno molte calorie

La crescenza

Cosa vuoi che sia un pezzettino di formaggio fresco? In realtà la crescenza leggera non lo è proprio visto che un etto fornisce 300 calorie. Se si considera poi che è fresca e si spalma con grande voluttà ecco che il rischio di ingrassare c’è, ed è piuttosto concreto. Lo stesso discorso vale per la mozzarella con le sue 290 per etto, nonostante il sapore delicato. La miglior sostituzione per entrambi? La ricotta che non supera le 175 calorie per etto con buona pace del palato e della bilancia.

I grissini

Sono più leggeri del pane e quindi ingrassano meno, si tende a pensare. Ma si sbaglia perché nei grissini, così come nei crackers e in altri prodotti da forno secchi, ci sono praticamente sempre dei grassi che nel pane si possono invece evitare. Per di più sono meno ricchi di acqua e quindi a parità di peso sono più calorici: circa 400 calorie per 100 g. Senza contare che un grissino tira l’altro…. Meglio quindi mangiare del pane, preferibilmente integrale (250 calorie circa per 100 g) oppure se per diverse ragioni si preferiscono crackers e grissini è importante calcolare peso e calorie in modo che siano una reale alternativa al pane non qualcosa che si “aggiunge” a piacere.

Il muesli

Con uno yogurt la colazione è sana. Su questo non ci sono dubbi ma la leggerezza lascia un po’ a desiderare. Il muesli nasconde infatti in genere un’elevata quantità di carboidrati semplici e zuccheri che forniscono sì energia ma sono anche molto calorici (dalle 350 in su a seconda dei tipi). Attenzione quindi al momento della scelta a puntare sulle versioni integrali e senza zucchero e per quanto riguarda lo yogurt meglio quello magro (36 calorie per 100 g) di quello intero (66 calorie per 100 g) se si vuole restare in forma.

Le barrette

È proprio il caso di dire che l’apparenza inganna. Perché le barrette sono leggerissime (e soprattutto veloci da far sparire in bocca) ma in realtà contengono zuccheri in elevata quantità che le rendono “pesanti” per la linea: hanno in genere dalle 80 alle 120 calorie e ne bastano un paio  a metà mattina e un paio a metà pomeriggio e il conto delle calorie impenna. A meno che non si controlli con attenzione cosa si sta comprando: ci sono barrette leggere che possono funzionare con pochi zuccheri come spuntino (le calorie sono sull’etichetta). In alternativa bene per una piccola manciata (massimo 30 g) di frutta secca, meno zuccherina.