Magnesio per superare la stanchezza di primavera

Redazione Pubblicato il 27/04/2016 Aggiornato il 06/05/2016

Quando stress e stanchezza si fanno più sentire, prova ad aumentare il consumo di cibi ricchi di magnesio. Se non basta, ci sono anche gli integratori

stanca-magnesio

Un periodo difficile, un esame, una gara, un progetto di lavoro. Capita a tutti di sentirsi sotto pressione, affaticati, senza forze. A volte la stanchezza è tale da togliere l’appetito e impedire di dormire. Così di giorno si è ancora più sfinite, irritabili, giù di morale.

C’è un minerale che aiuta a riequilibrare metabolismo, sonno, umore alteratei da stress e stanchezza. È il magnesio, chiamato anche “sale della vita”.

La definizione non è casuale. Ha infatti una spiccata funzione tonica e corroborante.  Il magnesio partecipa a più di 300 processi indispensabili per la salute.

Cura dai crampi alla pressione alta

Agisce a diversi livelli: muscolare, alleviando debolezza e crampi, nervoso, riducendo irritabilità, stanchezza, ansia, cardiovascolare, favorendo il controllo del battito cardiaco e della pressione. In più stimola l’assorbimento di altri minerali come calcio, fosforo e potassio e di vitamine del complesso B, C ed E. In chi soffre di sindrome premestruale, riduce i dolori e riequilibra il tono dell’umore, regolando ipotalamo, ipofisi e ovaie. Agendo sul sistema ghiandolare, è adatto anche a lui, soprattutto se pratica un’intensa attività sportiva.

Come inserirlo nel menu quotidiano

In genere ne bastano 350 mg al giorno (450 mg in gravidanza e allattamento): noci, cacao, semi di soia, fagioli, grano tenero e vegetali verdi (il magnesio è un costituente essenziale della clorofilla) sono i cibi che ne sono più ricchi. Una manciata di mandorle o una banana di media grandezza sono ottimi spezza-fame durante la giornata e forniscono un buon apporto di magnesio.

Pure nell’acqua

Anche l’acqua oligominerale ne è ricca: bere almeno 8-10 bicchieri al giorno è sempre raccomandato, ma è ancora più importante nei periodi di maggior tensione e spossatezza, perché l’idratazione contribuisce al buon funzionamento di muscoli e cervello.

Se serve una dose extra

Se vi sentite particolarmente agitate, soffrite di insonnia o sbalzi d’umore o avete crampi, dolori diffusi alle ossa o un senso generale di debolezza, potreste avere bisogno di una dose extra di magnesio. Se l’alimentazione non basta, possono essere di aiuto gli integratori. Alcuni associano alla dose di magnesio suggerita in caso di aumentato fabbisogno, anche altre sostanze: potassio, importante per la funzione muscolare, vitamine del gruppo B, che ristabiliscono i giusti livelli di energia, zinco e vitamina C per aumentare le difese immunitarie e proteggere le cellule dallo stress ossidativo. Sono consigliati cicli di almeno un mese.