11/06/2021

Dieta anticaldo

Simona Lovati
A cura di Simona Lovati
Pubblicato il 11/06/2021 Aggiornato il 11/06/2021

Temperature roventi? Punta su piatti semplici, frutta e verdura. Senza trascurare l’idratazione

succo pomodoro

Quando la colonnina di mercurio supera i 30 gradi e l’afa non accenna a diminuire, è indispensabile prestare un occhio di riguardo a cosa portiamo in tavola, per riuscire a svolgere le attività quotidiane senza appesantirci e non fare mancare al nostro organismo l’apporto di vitamine e sali minerali di cui ha bisogno per compensare la perdita idrosalina dovuta all’eccessiva sudorazione. «Durante i mesi più caldi dell’anno dobbiamo più che mai pensare all’idratazione, bevendo due litri di acqua naturale al giorno (circa otto o dieci bicchieri) che non deve essere troppo fredda, per essere più dissetante e dare meno problemi allo stomaco. La raccomandazione è evitare il più possibile i superalcolici che provocano sudorazione, ostacolando l’assorbimento di vitamine», sottolinea la dottoressa Elisabetta Macorsini, nutrizionista e diet coach a Milano.

Limitiamo anche le bevande zuccherate, poco dissetanti. Semaforo verde per spremute di agrumi senza zucchero o estratti di verdura (carote, sedano, pomodoro, zucchine) che forniscono poche calorie.

Leggeri fin dal mattino

Per colazione sì a un caffè o a un tè, accompagnati da uno yogurt magro, oppure da 200 ml di latte scremato, frutta fresca, tre fette biscottate o biscotti secchi.

Mezzogiorno… “di fuoco”

A pranzo, possiamo concederci 60/70 grammi di pasta integrale, riso o farro, fonte di fibre dall’alto potere saziante. Come secondo 80 grami di carpaccio di manzo o pesce spada con insalata e verdure cotte o crude a volontà. Attenzione alle patate, da mangiare solo una volta la settimana (100 grammi) e mai in abbinamento alla pasta.

Cena light

La sera meglio prediligere le proteine con 100 grammi di bresaola, carne bianca (anche fredda come il pollo in gelatina o l’affettato di tacchino), oppure pesce cucinato al forno o alla griglia.

Siamo alla frutta

Possiamo scegliere di consumare la frutta di pranzo e cena come spuntino, oppure sostituirla con spremute e centrifugati.

Ricette veloci per due persone

Fusilli alla menta

120 grammi di fusilli integrali

Due rametti di menta

4 zucchine piccole

Sale e pepe

Cuocere la pasta e nel frattempo rosolare in padella le zucchine tagliate a fiammifero con un filo d’olio d’oliva. Scolare la pasta e mantecare con zucchine, foglioline di menta e condire con sale e pepe.

Pesce spada al pompelmo

240 grammi di pesce spada tagliato a fettine sottili

Un pompelmo rosa

Una punta di peperoncino verde

Succo di limone

Sale, olio, pepe

Preparare la marinatura con olio, sale, pepe, succo di limone, versarla sulle fettine di pesce spada e fare riposare in frigorifero per un’ora. Togliere dal frigorifero, scolare il pesce dall’olio e adagiarlo su di un piatto, aggiungendo gli spicchi di pompelmo e il peperoncino verde.

Per una colazione alternativa possiamo preparare dei frullati di frutta con latte parzialmente scremato o yogurt magro, che apportano proteine, vitamina A, D B2, calcio e fosforo.