18/06/2019

Sole: prepara la pelle all’abbronzatura

Simona Lovati
A cura di Simona Lovati
Pubblicato il Aggiornato il 18/06/2019

Idratazione, esfoliazione e integrazione sono indispensabili per prepararsi all’esposizione. Obbiettivo: abbronzatura da dieci e lode!

pelle e sole

La protezione solare è necessaria per difenderci dall’effetto dannoso dei raggi Uva e Uvb, causa di invecchiamento cutaneo ed eritemi. Ma poi, per conquistare una tintarella omogenea e duratura giocare d’anticipo è fondamentale.

È necessario mettere in atto una beauty routine mirata per preparare la pelle all’appuntamento con la spiaggia.

Primo step: idratare

Gesto di bellezza fondamentale durante tutto l’arco dell’anno, lo è ancora di più quando il caldo inizia a farsi sentire.

La nostra cute deve essere sempre ben idratata ed elastica per evitare secchezza e screpolature che impediscono un’abbronzatura uniforme a favore dell’antiestetica “macchia di leopardo”.

I cosmetici giusti, da applicare su viso e corpo, sono a base di ceramidi e acido ialuronico che impediscono la perdita di acqua transdermica, e ancora oli e burri vegetali, come argan, jojoba e karité, ideali per nutrire in profondità.

Secondo step: esfoliare

La pelle si rigenera circa ogni 28 giorni. Per questo è bene asportare cellule morte e impurità dalla sua superficie con un gommage, per permetterle di essere più ricettiva ad attivi e sostanze presenti nelle formulazioni cosmetiche, come i solari.

Per il viso e per l’epidermide sensibile è opportuno scegliere prodotti con microsferule esfolianti racchiuse in una base di crema o gel.

Sul corpo, sì a scrub con sali marini o microgranuli di noccioli di albicocca o di gherigli di noci. La frequenza ideale? Una volta la settimana per il volto, ogni 15 giorni per il corpo.

Da ricordare: dopo ogni applicazione, non dimenticare mai di stendere uno strato di idratante per lenire la cute.

Terzo step: integrare

Sono un ottimo alleato per stimolare la produzione di melanina. A patto di essere usati almeno tre settimane prima della partenza e per tutta la durata del soggiorno. Quelli studiati per favorire un naturale effetto bronze sono a base di betacarotene, precursore della vitamina A, ma anche oligoelementi come magnesio e rame, un amminoacido stimolatore della tirosina, che a sua volta favorisce l’incremento di melanina.

Nel piatto

Facciamo il pieno di frutta e verdura di stagione dalla colorazione rosso-giallo-arancione, ricchi di vitamina A. Semaforo verde dunque per carote, albicocche, meloni, peperoni, pomodori, fragole, radicchio.