30/03/2020

Covid-19 e cosmetica, una corsa alla solidarietà

Alberta Mascherpa Pubblicato il 30/03/2020 Aggiornato il 31/03/2020

È il momento dell’impegno anche per le case cosmetiche che hanno deciso di mettere le loro competenze a servizio della collettività

gel mani l'erbolario

In un momento così difficile per l’Italia cantanti e influencer lanciano raccolte di fondi per sostenere gli ospedali in emergenza.

Ma anche il mondo della cosmetica si mette in moto per offrire un supporto concreto a tutti in un momento di grande difficoltà.

E lo fa puntando sul prodotto che in questo momento vede la maggior impennata di richieste: il gel igienizzante per le mani. Un primo esempio? Pettenon Cosmetics che, proprio per supportare la necessità imprescindibile di tenere pulite le mani, ha destinato parte della produzione alla preparazione di un’emulsione fluida mani ad azione igienizzante a base di acqua ossigenata.

Donazioni che danno respiro

L’Erbolario, dopo aver chiuso in via precauzionale sia l’azienda che tutti i negozi del marchio, si è riattivata negli ultimi giorni per la produzione di un gel igienizzante mani: i primi 38 mila flaconi sono stati regalati all’Ospedale Maggiore di Lodi, alla Croce Rossa di Lodi, all’Ospedale Sacco e all’Ospedale Niguarda di Milano in attesa di inviarne altri 28.000 flaconi ad altre realtà assistenziali del lodigiano, da Medici Senza Frontiere alla casa circondariale di Lodi.

Anche il gruppo Davines si è attivato per la produzione di un igienizzante mani chiamato con ottimismo “Gel del Buon Auspicio” donandone 100 mila flaconi al territorio emiliano, dalle case di riposo comunali alla sede della Croce Rossa fino alle comunità di accoglienza per immigrati.