Dopo l’estate la pelle ha bisogno di “burro”

Alberta Mascherpa Pubblicato il Aggiornato il 11/09/2018
Ricavati dai semi di grandi alberi tropicali, i burri vegetali sono un vero concentrato di nutrienti utilissimi per prendersi cura della pelle e dei capelli inariditi dal sole
burro

Dici burro e pensi subito a qualcosa di molto grasso, che non fa poi così bene. Non è così in cosmetica dove i burri ricavati da semi e dalla polpa di grandi frutti per lo più tropicali rappresentano un ingrediente prezioso che grazie alla presenza di acidi grassi essenziali, Omega 3, 6 e 9, ripristinano il film idrolipidico di protezione della cute, apportano nutrimento e rendono così l’epidermide elastica e morbida.

Il più conosciuto

È il burro di karité, asciutto e vellutato sulla pelle, ricco di nutrienti e di grande aiuto nel prevenire aridità e screpolature e quindi molto utile a fine estate per riportare in equilibrio le riserve nutritive della cute che il sole e il caldo hanno prosciugato. Si può decidere per il burro di karité puro nel caso di ruvidità evidenti (per ammorbidirlo basta scaldarlo leggermente tra le mani) oppure scegliere uno dei tanti trattamenti che lo contengono.

Dal cacao all’illipé

Dalle fave del cacao si ricava un burro dall’aroma delicato (non a caso si usa per fare il cioccolato) che viene usato per la preparazione degli stick labbra ma anche come ricco emolliente in molti prodotti per la cura del corpo e dei capelli. Così anche per il burro di illipé, uno dei più ricchi, ricavato dai semi di una grande pianta del Borneo che per la sua delicatezza viene usato spesso insieme a quello di karité nei prodotti per il viso. Ottimi ingredienti emollienti sono anche i burri ricavati da frutti che arrivano sempre più spesso sulle nostre tavole come l’avocado e il mango.

La ricchezza del cupuaçu

Dai frutti di un grande albero della foresta pluviale amazzonica, il cupuaçu, si ricava un burro che entra nella formula di molti prodotti per la cura del corpo e dei capelli grazie alle sue proprietà emollienti, protettive e nutrienti. I polifenoli vegetali di cui è ricco hanno anche una decisa azione antiossidante che contribuisce a contrastare gli effetti dannosi dei radicali liberi, molecole tossiche che accelerano il processo di invecchiamento della cute. Da una palma che cresce nel nord del Brasile si ricava il burro di murumuru ricco di vitamine, in particolare la A, impiegato soprattutto nei prodotti che aiutano i capelli a diventare setosi e lucenti oltre a dare forza a quelli fragili.

Molti burri si possono trovare in versione pura su alcuni siti internet specializzati ma anche in alcune erboristerie.