Epilazione: pensaci adesso

Roberta Camisasca Pubblicato il Aggiornato il 10/11/2018
Con le nuove tecnologie e qualche seduta mensile è possibile arrivare alla primavera con il corpo liscio e senza ombre
Epilazione

Gambe lisce e senza l’ombra di un pelo. È adesso, che abbiamo appena tirato fuori dall’armadio cappotti e collant, che dobbiamo cominciare a pensarci. L’epilazione progressiva dà risultati di lunga durata, ma ha bisogno di tempo.

Laser e luce pulsata consentono di eliminare dal 70% al 95% dei peli, ma sono necessarie più sedute, da 4 a 10 (a seconda delle zone e del tipo di trattamento), ripetute a distanza di circa un mese o due.

Adesso è il momento ideale per iniziare. L’idea di poter fare a meno di cerette e rasoi è allettante per tutte: più di due donne su 10 hanno ormai abbandonato i metodi tradizionali. Anche da sole è possibile ottenere buoni risultati: basta fissare le proprie sedute a cadenza regolare e poi non saltarle mai.

Come funzionano laser e luce pulsata

Sia il laser che la luce pulsata funzionano secondo il meccanismo della fototermolisi selettiva. Il laser a diodi (il più usato) emette un fascio di luce monocromatico a una lunghezza d’onda tale da colpire selettivamente la melanina contenuta nei bulbi piliferi, che assorbe il raggio laser.

La luce non viene assorbita dalla pelle, il calore agisce selettivamente sui bulbi dei peli e non provoca danni o scottature. L’energia luminosa si trasforma in energia termica provocando la distruzione del bulbo e delle cellule che lo rigenerano.

La luce pulsata agisce in modo simile al laser: la differenza sostanziale è che i fotoni di luce non hanno tutti la stessa lunghezza d’onda e la luce emessa è policromatica.

Solo operatori qualificati

Gli apparecchi usati dai medici hanno una potenza tale da assicurare la distruzione delle cellule staminali del pelo che diventa più sottile, miniaturizzato e non più visibile a occhio nudo. Dal 2011, anche i centri estetici possono offrire trattamenti di epilazione laser, purché siano qualificati, dotati di apparecchiature certificate e con operatori con una formazione specifica. I costi variano da 50 a 180 euro, in base all’area.

Anche a casa

I dispositivi per l’uso domestico hanno, per ragioni di sicurezza, una potenza più limitata rispetto alle apparecchiature professionali ma assicurano comunque un rallentamento della crescita del pelo. Sono sicuri e semplici da usare, piccoli e compatti, ideali anche fuori casa e in viaggio. I peli si riducono progressivamente fino a scomparire per circa il 90%, ma sono necessarie in genere dalle 6 alle 8 sedute ogni 15 giorni, poi una ogni due mesi.

Apparecchiature semplici da usare

Dopo aver selezionato l’intensità in base al proprio fototipo, si posiziona il manipolo sulla pelle e si inizia il trattamento “sparando” un singolo impulso per ogni microarea della zona da epilare fino a trattarla tutta, evitando di trattare due volte da stessa superficie.

L'esperto consiglia

Sono da evitare contorno occhi, cicatrici, macchie o lesioni, capezzoli, aree vicine ai genitali e quelle soggette a herpes simplex. I nei vanno coperti con un correttore, una matita bianca o un cerotto. Per i primi due mesi, ripetere una volta ogni due settimane, poi una volta al mese. Se è la prima volta è meglio fare una prova.