15/09/2017

Cellulite: tienila sotto controllo

Se con il mare o con la montagna la situazione è migliorata, tieni la cellulite sotto controllo con cure puntuali
cellulite

Secondo un’indagine condotta da Groupon il 47% degli italiani che torna dalle vacanze vorrebbe continuare a dedicare ogni giorno un po’ di tempo a sé proprio come succede in ferie. Un’ottima idea che permette, se attuata, di utilizzare quotidianamente qualche minuto per la cura del corpo, puntando l’attenzione in modo particolare sulla cellulite.

Se durante l’estate si ha voglia di dimenticare un po’ tutto, anche i problemi estetici, ora è il momento di riprendere in mano la situazione e di passare all’azione con decisione.

Se il mare ha drenato

Chi è stata al mare si accorgerà sicuramente che il gonfiore è migliorato. Merito dell’azione drenante dell’acqua marina che per osmosi assorbe liquidi e tossine. Buona idea quindi quella di usare ogni giorno un trattamento a base di alghe, sali, estratti vegetali di rusco, centella e gingko biloba per mantenere sgonfia la parte. Una volta la settimana, ma anche di più se si riesce, si può fare un bagno con l’aggiunta di sali del Mar Morto e applicare un fango dalla specifica azione drenante.

Se la montagna ha tonificato

Le lunghe camminate spesso in salita hanno un benefico effetto per le gambe che ritrovano armonia e tono. In questo caso si può decidere di utilizzare un anticellulite che, oltre a contenere sostanze che riducono come la caffeina, agisca sulla compattezza della pelle con centella, aloe, acido ialuronico. Ottima idea poi quella di continuare a fare movimento: per mantenere un buon tono muscolare nelle gambe è sufficiente camminare, almeno un quarto d’ora al giorno, con passo spedito e fare le scale, appena si può.

Se le forme si sono arrotondate

Succede se l’estate è stata pigra e magari un po’ abbondante a tavola. La contromisura più efficace è quella di utilizzare un trattamento snellente effetto urto a base di caffeina, carnitina, noce di cola, tè e guaranà, sostanze naturali in grado di attivare il processo di eliminazione dei grassi di deposito. Attenzione in ogni caso a non esagerare con zuccheri e grassi: non si tratta di mettersi a dieta rigida ma di rientrare nei ranghi, in modo soft ma con l’obiettivo di evitare le tentazioni che più fanno salire l’ago della bilancia, dalle coppe di gelato formato maxi al fritto misto.