28/12/2021

Cellulite: 5 strategie vincenti quando fa freddo

Alberta Mascherpa Pubblicato il 28/12/2021 Aggiornato il 07/01/2022

Chi ha detto che in inverno ci si possa dimenticare del corpo? È questo il momento giusto per una strategia che darà i suoi migliori frutti nella bella stagione

cellulite inverno

Abbandonate pigre sul divano, magari con una tazza di cioccolata calda tra le mani si rischia di dimenticarsi che la cellulite non sparisce sotto i vestiti pesanti dell’inverno. Rimane lì e per di più rischia di peggiorare se la si trascura.

Anche se la pigrizia è compagna fedele delle giornate fredde basta mettere in atto qualche piccola strategia per assicurarsi sin da ora una primavera al top.

Bere sì, in tazza

Non ci sono dubbi: l’acqua è la miglior alleata per mettere in moto un processo di depurazione che ha risvolti positivi sulla cellulite. Ma se l’idea di bere qualcosa di freddo in inverno non è piacevole si può sempre optare per il tè verde, drenante e ricco di polifenoli antiossidanti oppure per una tisana che si può sorseggiare anche prima di andare a letto per favorire il processo di depurazione durante il riposo.

Scaldarsi, ma non troppo

È sicuramente piacevole durante la stagione invernale ma non è un toccasana per la cellulite: quando il calore è eccessivo, infatti, rischia di rallentare la circolazione e peggiorare il problema. Meglio non coprire troppo le gambe quindi, non stare vicino a fonti di calore dirette e se ci si concede il relax di un lungo bagno caldo ricordarsi sempre di passare un getto freddo sulle gambe prima di uscire dalla vasca.

Respirare a fondo

Solo quando si respira a fondo, lentamente, concentrandosi su un gesto, che spesso e a torto viene considerato come meccanico, si porta ossigeno a tutto il corpo, anche dove ce n’è maggiormente bisogno come nelle zone in cui la circolazione è compromessa per via dei cuscinetti. Senza dimenticare che il respiro cosciente e profondo aiuta ad allentare l’ansia. La tabella di marcia: dieci respiri profondi il mattino appena sveglie e dieci la sera più tutti quelli che si riescono a fare durante la giornata.

Camminare, anche sul posto

Uscire ben coperte e passeggiare a passo spedito fa un gran bene al fisico e anche all’umore: mette in moto la circolazione, riattiva il metabolismo, permette di eliminare la tossine e di bruciare un po’ di calorie. Ma non fatevene una colpa se proprio non ne avete voglia: prendete l’orologio e simulate la camminata sul posto per almeno due minuti di seguito, fate una pausa di un minuto e ripetete il movimento quanto più potete. E per concludere la mini-seduta di attività sdraiatevi per terra e tenete sollevate le gambe appoggiate al muro per due minuti, esercizio semplicissimo ma ottimo per drenare.

Coccolare la pelle

Potete anche decidere che per l’anticellulite c’è ancora tempo (ricordate comunque che usarlo sempre è la miglior strategia anti-cuscinetti). Ma in ogni caso prendervi cura del corpo: programmate uno scrub settimanale per evitare ispessimenti che rendono poi meno efficaci i trattamenti quando comincerete ad usarli e preservate elasticità e compattezza usando ogni giorno una crema idratante così da prevenire i cedimenti che spesso si accompagnano alla cellulite.