10/10/2018

Alghe: una boccata di ossigeno

Prezioso tesoro nascosto nelle profondità delle acque, le alghe verdi aiutano la pelle a “respirare” e a purificarsi ritrovando forza e luminosità
alghe beauty

Non basta dire semplicemente alghe. Perché di questi preziosi tesori delle acque ne esistono infinite varietà, ognuna con caratteristiche e proprietà specifiche.

Per scegliere quelle più adatte alle esigenze della pelle può essere utile partire dal colore visto che il potere delle alghe dipende proprio dai pigmenti con cui assorbono la luce negli abissi.

Così la pelle si disintossica

Le alghe verdi sono le più vicine alle piante dell’ambiente terrestre; questo perché al pari di foglie e steli contengono clorofilla, il pigmento che dà il colore verde e che gode della straordinaria proprietà di assorbire l’anidride carbonica e rilasciare ossigeno. La più ricca di clorofilla è la piccola alga Chlorella chiamata anche “alga che respira” proprio per la sua capacità di produrre ossigeno e di purificare l’ambiente in cui vive. La sua azione disintossicante, ossigenante e insieme anti-ossidante è preziosa perché aiuta la pelle a liberarsi di scorie e tossine, in particolare di quelle dovute alla continua esposizione allo smog aiutandola a ritrovare purezza e vitalità. Ricca anche di minerali e vitamine, in particolare la B12 rigenerante, di aminoacidi e acidi grassi Omega 3 la Chlorella rinforza le difese cutanea e regala luce e freschezza.

Più forza e compattezza

Nell’oceano a profondità non eccessive si trova invece un altro tipo di alga verde, la Ulva Lactuca meglio conosciuta come Aosa. Ricca di proteine, viene impiegata in cosmetica perché ha un’azione idratante e nutriente; in più promuove la sintesi del collagene e dell’elastina, rigenera, rivitalizza e illumina l’epidermide. Composta da 60% di proteine vegetali, anche l’alga Spirulina, una delle fonti di nutrizione meglio bilanciate della terra, viene in aiuto alla pelle stanca e stressata fornendole un booster di energia e di vitalità.