04/07/2022

Capelli: depurali prima delle vacanze

Alberta Mascherpa Pubblicato il 04/07/2022 Aggiornato il 10/08/2022

Si prospetta un periodo piuttosto stressante per la chioma. Ecco allora che una pulizia profonda del cuoio capelluto può essere d’aiuto

capelli estate

Sappiamo bene che il periodo estivo non è dei più sereni per la chioma. Sole e salsedine, vento e cloro, sudore e lavaggi a stretto raggio compromettono l’equilibrio, tolgono morbidezza e favoriscono la fragilità.

Occorre un’azione preventiva che andrebbe concentrata sul punto più debole della questione: il cuoio capelluto, il “terreno” da cui il bulbo prende ossigeno e nutrimento.

E dove si accumulano cellule morte, sebo, residui di prodotti usati per la cura e la protezione, polvere e particelle inquinanti. Impurità che soffocano la parte germinativa del capello impoverendo la chioma di luce e forza.

Tutto parte da lì

Lo shampoo pulisce ma non fino in fondo. Per questo serve un’operazione di scalp care che aiuta a liberare la cute dalle tossine e, favorendo il ricambio cellulare, dà vitalità e splendore a tutti i tipi di capello, libera da sebo e forfora i più grassi e rafforza quelli più deboli preparandoli quindi ad affrontare in equilibrio e senza gravi danni le aggressioni dell’estate.

Il momento dello scrub

La prima mossa per pulire a fondo il cuoio capelluto? Fare con attenzione lo shampoo applicandolo a piccole dosi sulla testa e massaggiandolo con i polpastrelli per almeno un minuto. Ma il prodotto chiave per la detossinazione è lo scrub da programmare subito e ripetere in estate a cadenza regolare, una volta ogni dieci giorni. Le mosse giuste: bagnare la testa con acqua tiepida e massaggiare una noce di prodotto alle radici cercando di “lavorare” su tutta la superficie della testa, partendo dalla nuca e risalendo sempre con lenti movimenti circolari dei polpastrelli, senza usare le unghie che graffiano. Si risciacqua la testa sempre con acqua tiepida per portare via il grosso del prodotto e si procede a fare lo shampoo per completare l’opera di pulizia profonda. Balsamo e maschera sono poi d’obbligo per restituire idratazione e morbidezza alle lunghezze.

Dagli oli ai sieri che detossinano

Per dare equilibrio e purezza al cuoio capelluto si possono scegliere anche oli e sieri formulati con oli essenziali di menta, tea tree, eucalipto, rosmarino dalle proprietà astringenti e purificanti. Ne bastano poche gocce da applicare prima dello shampoo dividendo i capelli con l’aiuto di un pettine a coda così da raggiungere meglio il cuoio capelluto, si massaggiano a lungo con i polpastrelli e si lasciano agire una decina di minuti prima di procedere al lavaggio, sempre con uno shampoo delicato.