16/08/2019

Capelli: bye bye crespo!

Alberta Mascherpa Pubblicato il Aggiornato il 09/09/2019

In estate, complici l’umidità, il sudore, i tuffi in mare, è facile che le chiome si increspino perdendo morbidezza e luce

crespi

La colpa, si sa, è tutta dell’umidità che soprattutto nei giorni più caldi arriva a livelli molto alti, al mare come in città.

I ricci diventano indomabili e perdono di tono, il liscio si increspa e dimentica il suo aplomb perfetto, la chioma manca subito di lucentezza.

Ecco i consigli di Adam Reed, global ambassador di ghd per tenere sotto controllo il fastidioso effetto crespo e ritrovare una capigliatura che risplende di naturale morbidezza.

L’acqua fredda

Il controllo del crespo inizia già dal lavaggio: il segreto è scegliere la giusta temperatura dell’acqua: più è fredda, più evita le increspature. Dopo aver lavato i capelli e tolto balsamo o maschera con acqua calda (il rischio con l’acqua fredda è che le sostanze grasse presenti in questi due prodotti rimangano sul capello appesantendolo) si può fare un risciacquo prolungato con acqua fredda prima dell’asciugatura in modo da sigillare le cuticole e preparare la chioma allo styling.

La spazzolata dolce

Serve la spazzola giusta per tenere a bada il crespo. Deve avere le setole in nylon, le uniche che riescono a combattere l’umidità, assicurano morbidezza e lucentezza e permettono che gli oli naturalmente presenti sulla superficie del capello si distribuiscano su tutte le lunghezze.

La spazzola va tenuta in tensione durante tutto il suo utilizzo muovendola in modo fluido, partendo dal cuoio capelluto fino alle estremità dei capelli: spazzolare anche le radici assicura infatti che i follicoli vengano stimolati nella giusta direzione per prevenire l’effetto crespo.

Il flusso di aria verso il basso

La regola d’oro per combattere l’effetto crespo durante l’asciugatura dei capelli? Prendersi il giusto tempo: il getto di aria va mantenuto lungo il fusto dei capelli, dalle radici alle punte, utilizzando sempre il beccuccio che aiuta a sigillare le cuticole e ottenere dei capelli perfettamente levigati, lucenti e senza alcun effetto crespo.

La fodera di seta

Oltre che fresca e benefica per la pelle, una fodera in seta è perfetta per proteggere i capelli durante la notte evitando che si arruffino e si increspino come può succedere con le fodere in cotone. È utile per altro per ridurre le doppie punte e mantenere una piega perfetta più a lungo a differenza del cotone che tende a seccare i capelli.

Un siero alla fine

Il tocco finale per capelli che si mantengono lucidi e setosi tutto il giorno? Un siero che fissa domando anche le ciocche più ribelli, in leggerezza, senza appesantire come succede a volte con gli oli: se ne mette una minima dose sul palmo della mano, si strofina e si distribuisce uniformemente, da metà lunghezza fino alle punte.