08/07/2019

Capelli: 6 consigli per prepararli al sole

Alberta Mascherpa Pubblicato il Aggiornato il 08/07/2019

Il sole non è proprio un grande amico. Affrontarlo con una chioma sana, forte e vitale è il modo migliore per uscire dall’estate a testa alta

preparare-capelli-sole

Ormai è chiaro: il sole non fa più di tanto bene ai capelli. Anzi, li inaridisce e li sfibra, li rende spenti, opachi e deboli. Le contromisure partono ancora prima delle vacanze.

Se la chioma è forte e vitale, stare al sole senza subirne i danni diventa più facile.

Cambia lo shampoo

È il momento di usarne uno delicatissimo, che fa poca schiuma e non impoverisce la fibra che deve già affrontare l’aggressione dei raggi. La frequenza con cui usarlo rimane sempre una scelta personale: se la formula è dolce anche un lavaggio quotidiano è concesso.

Abbassa la temperatura

La temperatura da abbassare è quella del phon, ovviamente, che toglie idratazione alla fibra quando è molto alta. Meglio allora regolare il getto di aria sul minimo e per chi può approfittare della bella stagione per lasciare asciugare i capelli all’aria. In tema di calore poi attenzione alla piastra: ora più che mai l’utilizzo va dosato con estrema parsimonia.

Abbonda con la maschera

Programmare una maschera un po’ più spesso del solito dà la sicurezza che i capelli siano ben idratati e nutriti prima di mettersi al sole.

Perché ne traggano massimo beneficio, il segreto è procedere con calma stendendo la crema in modo uniforme, ciocca per ciocca dalla radice alle punte con il solo aiuto delle dita, non del pettine.

Poi si lascia in posa almeno dieci minuti meglio se avvolgendo la testa in un asciugamano caldo che fa penetrare i principi trattanti, si emulsiona con un po’ di acqua tiepida e si procede a un lavaggio accurato.

Purifica il cuoio capelluto

Come la pelle accumula tossine e impurità che lo soffocano, tolgono ossigeno, limitano il nutrimento dei bulbi e compromettono forza e vitalità della chioma. Ci vuole uno dei tanti scrub specifici oggi in commercio: si massaggia rigorosamente dopo aver bagnato la testa, altrimenti risulta troppo aggressivo, con pressioni rotatorie molto leggere dei polpastrelli e si porta via prima solo con acqua tiepida e poi con il consueto lavaggio con lo shampoo.

Potenzia l’impacco

Un cucchiaio di olio di mandorle o di cocco si può aggiungere alla maschera così diventa ancora più rigenerante. Sempre con gli oli e i burri vegetali si può preparare un impacco supernutriente: si mescola un cucchiaio di olio di cocco con uno di burro di karité e uno di gel di aloe e si applica sui capelli massaggiandoli soprattutto sulle punte che sono fragili.
Ideale è lasciare agire l’impacco per due, tre ore, oppure farlo la sera, tenerlo tutta notte e lavare i capelli al mattino.

Prendi appuntamento in salone

Ora è il momento giusto per tagliare i capelli togliendo la parte più vecchia e rovinata che al sole si inaridisce ancora di più ma anche per programmare trattamenti a base di cheratina che aiutano a domare l’effetto crespo per tutta l’estate senza dovere stressare la fibra con brushing e stirature.