Capelli: il ritorno del frisé

Redazione Pubblicato il Aggiornato il 26/02/2018

Un accenno gipsy tra i capelli con una riga di frisé per un look che richiama gli anni ’70

L'Oréal Professionnel

Forse l’avevamo dimenticato. Eppure sulle passerelle dove di recente è sfilata la moda che verrà, il frisé è tornato a fare la sua, trionfale si potrebbe dire, comparsa.
Più che ondulare tutta la chioma, gli hair stylist hanno preferito però in molti casi concentrarsi solo su una parte; così sui capelli lunghi, leggeri e svolazzanti, dall’aplomb perfetto grazie alla piastra hanno deciso per una riga di frisé ultradefinito che, correndo lungo tutta la circonferenza della testa, la incornicia come una sorta di preziosa corona.

Il tutto per dare vita a un look dalle reminiscenze anni ‘70 e dagli accenni gipsy, frizzante e di grande impatto, perfetto in modo particolare per un’occasione importante.

Come si realizza

Per ottenere l’acconciatura è importante innanzitutto creare texture e volume alla radice dei capelli applicando dopo il lavaggio una mousse volumizzante, a piccoli tocchi solo nella parte alta della testa.

  • Si asciugano i capelli con il diffusore per regalare pienezza e si passa la piastra per un liscio impeccabile avendo cura di applicare prima sulle lunghezze un prodotto protettivo in spray che isola la fibra dal calore diretto perché non risulti impoverita e danneggiata.
  • La riga di frisé è stata ottenuta utilizzando l’apposita piastra per ondulare i capelli in punti precisi: anche in questo caso vaporizzare preventivamente un prodotto protettivo aiuta a contrastare i possibili danni del calore.
  • Per fissare l’acconciatura evitando che si increspi e perda definizione nel tempo è utile spruzzare al termine un prodotto fissante antifrizz insistendo in modo particolare sull’area del frisé.