26/10/2021

Zucca in & out

Simona Lovati
A cura di Simona Lovati
Pubblicato il 26/10/2021 Aggiornato il 29/10/2021

Nel piatto o nel vasetto, scopri i benefici della zucca per il benessere del corpo e la bellezza della pelle

zucca in & out

La natura non lascia nulla al caso. Ha i colori del foliage ed è un supporto per gestire meglio il periodo autunnale perché rafforza il sistema immunitario e contribuisce ai processi di rigenerazione cellulare.

Al contrario di quanto si è portati a pensare, la zucca è poco calorica: apporta solo 20 chilocalorie ogni 100 grammi.

«Inoltre contiene nutrienti preziosi come i carotenoidi, sostanze funzionali che gli conferiscono la sua caratteristica colorazione e sono precursori della vitamina A, utile per contrastare i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare perché anti-infiammatori», spiega la dottoressa Jessica Falcone, biologa nutrizionista all’Ospedale San Raffaele di Milano.

Contro cistite e fame nervosa

Questo ortaggio è fonte di importanti oligoelementi quali il cacio, amico delle ossa, il magnesio, che è un miorilassante per conciliare il sonno, ma anche potassio e fosforo. La zucca possiede inoltre una discreta quantità di fibre per combattere la stitichezza tipica del cambio di stagione autunnale e migliorare la flora intestinale, favorendo la proliferazione di batteri buoni per l’intestino. Non solo. La fibra dà un senso di sazietà e tiene a bada la fame nervosa, perché riduce l’assorbimento di zuccheri nel sangue e di conseguenza i picchi glicemici. Nonostante il suo sapore dolce, è povera di carboidrati e zuccheri, ed è indicata anche per chi soffre di diabete. Essendo ricca di acqua è un sostegno per le vie urinarie.

Un piccolo tesoro

I suoi semi sono molto preziosi, mai buttarli: contengono omega 3 che aiutano a mantenere sotto controllo il colesterolo, magnesio e potassio, la cucurbitina, che protegge da cistite e prostata. Dopo avere eliminato la pellicina che li riveste, puoi tostarli in forno o in padella antiaderente e sotto un ottimo spuntino spezza-fame.

Cotta ma non troppo

Per conservare inalterate le sue proprietà, soprattutto le vitamine che si degradano con il calore, è importante scegliere metodi di cottura veloci. L’ideale è passarla nel forno per dieci minuti o cucinarla come una vellutata, facendola cuocere a pezzetti per qualche minuto in una casseruola con del brodo vegetale.

Bellezza multitasking

«In chiave beauty, la zucca aiuta a contrastare lo stress ossidativo e la formazione dei radicali liberi, grazie al betacarotene, alla vitamina C, alla vitamina B1, ottima per rigenerare le cellule cutanee, e a un alto contenuto di flavonoidi», spiega Carla Cimmino, cosmetologo a Napoli. Senza dimenticare che essendo composta da acqua per il 90 per cento e vantando una buona disponibilità di potassio è in grado di ostacolare la ritenzione idrica e migliorare la compattezza della grana della pelle. È anche lenitiva ed emolliente, perfetta per impacchi contro prurito e arrossamenti provocati dai primi freddi e dagli sbalzi di temperatura. L’olio di zucca, derivato dai suoi semi ricchi di acidi grassi essenziali, è un alleato per il benessere dei capelli e del cuoio capelluto.

Un impacco versatile

Fai cuocere due o tre fette di zucca (in base alla zona del corpo da trattare) e dopo averle fatte raffreddare frullale assieme ai suoi semi che daranno un leggero effetto esfoliante. Oltre ad essere antiossidante, in base al risultato che vuoi ottenere puoi aggiungere un altro ingrediente, come olio di mandorle dolci per un’azione idratante, succo di limone per illuminare, olio di semi di lino per la chioma, oppure estratto di betulla per migliorare la microcircolazione delle gambe e depurare dai liquidi in eccesso.