05/02/2017

Sesamo, lo snack detox che protegge l’intestino

Saverio Pepe
A cura di Saverio Pepe
Pubblicato il 05/02/2017 Aggiornato il 06/02/2017

I semi di sesamo, consumati tutti i giorni, contrastano l’invecchiamento e aiutano ad eliminare le tossine. In più favoriscono la regolarità intestinale

sesamo - semi e olio

Un seme di lunga vita con eccellenti proprietà antiossidanti e curative. Il sesamo è uno dei cibi più salutari.

Vitamina B1 e vitamina E, queste le sue due principali ricchezze che, in sinergia, favoriscono in maniera rapida l’eliminazione delle tossine, fornendo energia e vitalità.

Il miglior integratore di rame

I semi di sesamo contengono molti sali minerali e oligoelementi, in particolare rame, in una tale quantità da esserne considerato il migliore integratore. Per questo il loro consumo regolare aiuta a difendersi dai radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento, mantiene in salute ossa e tessuti, favorisce il buon funzionamento della tiroide.

Da mangiare tutti i giorni

Si possono aggiungere alle preparazioni più varie: alle insalate, all’impasto di pane e grissini, sono ottimi per “impanare” bocconcini di carne e di pesce. Si possono poi aggiungere allo yogurt e sono ottimi anche mangiati da soli, come snack. Come sottolinea il fitoterapeuta Saverio Pepe la cuticola è molto attiva sull’ultima parte dell’intestino e contrasta efficacemente la colite. Le fibre, in sinergia con gli acidi grassi, non influiscono sulla digestione e arrivano quasi integre oltre l’intestino tenue, favorendo la naturale regolarità. La dose consigliata è di un cucchiaio al giorno.

In perle, contro i dolori osteoarticolari

Le perle di olio di sesamo (in erboristeria e in farmacia) sono invece molto utili per il sistema osteoarticolare. Si utilizzano per combattere il dolore cronico, durante le convalescenze ortopediche e anche per la prevenzione dell’osteoporosi. Se ne prendono 2 al giorno, lontano dai pasti, facendo cicli di 3 mesi con un mese di stop.

Le compresse per i disturbi del ciclo

Le compresse (in erboristeria e in farmacia) sono invece meno ricche di vitamine ma forniscono un concentrato di magnesio, zinco e sesamina, particolarmente utile per contrastare i disturbi del ciclo e della menopausa.  La dose consigliata è di una compressa dopo ogni pasto per cicli di 6 mesi, con uno di stop.