29/05/2019

Ritenzione idrica: decotto o infuso? Scopri la soluzione su misura per te

Saverio Pepe
A cura di Saverio Pepe
Pubblicato il 29/05/2019 Aggiornato il 29/05/2019

Decotto con i peduncoli di ciliegio per gambe gonfie e pesanti, infuso alle foglie di olivo se la ritenzione è accompagnata anche da ipertensione

insonnia - bergamotto

La ritenzione idrica si manifesta con oscillazioni del peso che possono arrivare sino a circa 2 kg da un giorno all’altro. Associata al sovrappeso, può portare ipertensione e problemi di gonfiori alle estremità. Fa sentire deboli, affaticati, senza energie.

Una dieta ricca di verdure crude e di frutta particolarmente matura, nonché povera di sale e di alcool è la prima soluzione. Da potenziare con l’aiuto di tisane e decotti sgonfianti e depurativi.

Il decotto sgonfiante

Per sgonfiarsi e dare sollievo alle gambe in estate il rimedio giusto è il decotto di peduncoli di ciliegio dalle spiccate proprietà drenanti e anticellulite. Il contenuto di mucillagini, tannini, e fenoli rende la pianta un efficace rimedio diuretico.

La ricetta

Si mette un cucchiaio raso di peduncoli di ciliegio in un litro d’acqua fredda e si porta a ebollizione. Si fa bollire per un minuto, si filtra e si lascia raffreddare. Il decotto va bevuto durante la giornata. Si può utilizzare per lunghi periodi senza nessun effetto collaterale.

L’infuso anti-ipertensione

Nel caso oltre alla ritenzione idrica fosse presente anche ipertensione, si consiglia invece un infuso composto in parti uguali da foglie di olivo (per regolarizzare la pressione arteriosa), gramigna (depurativa), spirea ulmaria (diuretica) e semi di anice verde (sgonfianti).

La ricetta

Si fa bollire una tazza d’acqua, si versa un cucchiaio di miscela e si lascia in infusione per cinque minuti. Si filtra e si beve due volte il giorno sempre lontano dai pasti.