17/09/2019

Diabete, cuore e fegato: in arrivo tatuaggi spia che li controllano

Roberta Camisasca Pubblicato il Aggiornato il 17/09/2019

Allo studio tatuaggi che cambiano colore quando alcuni marcatori di salute si alterano, evidenziando che c’è un problema e bisogna intervenire al più presto

tatuaggi-ok

Tatuaggi sentinella, che cambiano colore quando nel corpo c’è qualcosa che non va. L’idea è di un team di ricercatori tedeschi dell’Università tecnica di Monaco, che hanno messo a punto speciali pigmenti per la pelle che cambiano nuance in base alle variazioni di concentrazione di tre importanti parametri i salute nell’organismo. Potrebbero consentire in futuro di monitorare in tempo reale alcune malattie croniche, come diabete, patologie cardiache e renali.

Un metodo facile e innovativo per monitorare la salute dell’organismo

Come un display

Lo staff ha sviluppato sensori colorimetrici iniettabili in grado misurare le concentrazioni di tre biomarcatori nel liquido interstiziale, la soluzione acquosa che si trova tra le cellule di un tessuto. I sensori fungono da display diagnostico, in grado di cambiare colorazione in risposta ai cambiamenti delle concentrazioni di pH, glucosio e albumina. Quest’ultima è una proteina del plasma prodotta dalle cellule del fegato, le cui basse concentrazioni nel sangue possono determinare problemi ai reni o al fegato, mentre alti livelli possono essere associati a problemi cardiaci. Il glucosio invece deve essere costantemente monitorato nei diabetici. Le variazioni dei livelli del pH nel sangue possono infine nascondere un ampio ventaglio di problemi che necessitano di indagini specialistiche.

I colori del rischio

Per il sensore dell’albumina è stato scelto il colore giallo, che diventa verde via via che le concentrazioni di albumina aumentano. Giallo anche il glucosio, che sfrutta le reazioni enzimatiche di ossidasi e perossidasi, che può modificarsi fino a diventare verde scuro a concentrazioni elevate. Il sensore per il pH va invece dal giallo al blu quando i valori schizzano a livelli di allarme.

Le possibilità del futuro

Il passo successivo sarà quello di perfezionare la tecnica e di testare i tattoo per dimostrarne sia l’efficacia che la sicurezza. I tatuaggi sentinella, sottolineano i ricercatori, potranno essere utili anche per monitorare altre situazioni di rischio come le concentrazioni di elettroliti, proteine, microrganismi patogeni e gli stati di disidratazione.

.