17/05/2018

I detersivi? Peggio delle sigarette

Gli spray per le pulizie emanano sostanze che intossicano i polmoni e aumentano il rischio di irritazioni e asma. Ecco come difendersi
detersivi

Detersivi per la casa sotto accusa. L’esposizione ad alcune sostanze contenute nei prodotti spray potrebbe, anno dopo anno, provocare danni consistenti alle vie aeree e ai polmoni. A dimostrarlo è uno studio norvegese dell’Università di Bergen, secondo cui le donne che usano regolarmente questi prodotti vanno incontro nel tempo a un declino accelerato della funzionalità polmonare, rispetto a quelle che non fanno alcuna pulizia.

L’insieme di questi agenti provoca infatti un danno delle vie aeree e dei polmoni. Con risultati, spiegano i ricercatori, paragonabili, se non peggiori, a quelli di un tabagista che fuma circa 20 sigarette al giorno.

Sorvegliati speciali

Lo studio ha analizzato prodotti spray per vetri, forno, lucidatura mobili, cere e anticalcare e ha mostrato anche che l’asma è più diffusa nelle donne che puliscono rispetto a chi non lo fa. L’entità del declino polmonare può divenire via via sempre più evidente e portare a seri problemi per la salute, se si trascurano le semplici norme di prevenzione o se coesistono anche cattive abitudini come il fumo.
La buona notizia è che negli ultimi tempi i prodotti per la casa sono sempre più sicuri e meno tossici, e un uso quotidiano (non professionale) non espone a grandi rischi. È comunque utile rispettare alcune precauzioni, elencate dagli esperti.

  1. Areate gli ambienti durante l’impiego dei prodotti per almeno per un’ora.
  2. Usate una mascherina mentre fate le pulizie di casa, per non respirare i Voc (composti organici volatili) durante l’uso.
  3. Riducete l’uso di prodotti a base di candeggina, ammoniaca, acido muriatico.
  4. Evitate i prodotti che inducono già al primo impiego disturbi alle vie aeree superiori.
  5. Non mescolate tra loro diversi prodotti.
  6. Evitate i prodotti spray o, se li dovete usate, spruzzateli direttamente sul panno che userete per pulire.
  7. Controllate sul sito internet dell’azienda produttrice (indicato per legge in etichetta) che non contengano sostanze tossiche come alcohol o alcoholdenat.