Cellulite e ritenzione: la cura è dolce con la tintura madre di mais

Saverio Pepe
A cura di
Pubblicato il Aggiornato il 11/10/2018
La tintura madre di mais è un concentrato di principi attivi diuretici e detox. Per questo contrasta pelle a buccia d'arancia, gonfiori e perfino l'ipertensione. Per potenziarne l'efficacia si può associare alla tisana di barbe di mais
tintura-mais

Il mais, grazie alle sue proprietà diuretiche, viene utilizzato sempre più spesso nelle cure naturali per contrastare ritenzione idrica, cellulite, problemi circolatori e anche  ipertensione.

Si preferisce  sotto forma di tintura madre, ottenuta attraverso la macerazione in alcool, che concentra i principi attivi.

Perché è così efficace

L’azione diuretica è attivata dai sali di potassio che agiscono sul sistema linfatico, aiutando l’organismo a ritrovare l’equilibrio idrico ottimale. Migliora anche la circolazione locale è per questo la tintura di mais viene raccomandata come coadiuvante dei trattamenti cosmetici anticellulite, soprattutto quando questo disturbo estetico è associato alla pressione alta e al sovrappeso.

Da aggiungere agli estratti di verdura

La dose consigliata è di 50 gocce, da aggiungere agli estratti di verdura, per aumentarne l’azione diuretica e disintossicante. Si acquista in farmacia e in erboristeria. L’uso della tintura madre di mais è senza effetti collaterali, perché agisce sulla diuresi e sulla circolazione, senza alterare le funzioni metaboliche di reni e cuore.

Con la tisana di barbe di mais

Per potenziarne l’azione e ottenere anche un effetto detox si può associare alla tisana di barbe di mais.

Preparala così

La tisana si prepara mettendo un cucchiaio di barbe di mais, in 200 ml d’acqua bollente. Si spegne e si lascia in infusione per dieci minuti. Si filtra e si beve una volta al  giorno, lontano dai pasti. La tintura si può aggiungere direttamente alla tisana.