Massaggio al fango rosso per una pancia piatta

Emanuela Bruno
A cura di
Pubblicato il Aggiornato il 04/09/2018
Manovre rilassanti si combinano a un impacco snellente a base di argilla e polvere di zenzero, per combattere le rotondità addominali
trattamento-fango-pancia

L’addome è una zona critica, perché tende facilmente ad arrotondarsi e a compromettere l’armonia dell’intera figura. Questo dipende dall’accumulo adiposo localizzato, principale responsabile della “pancetta”, ma anche da altre concause, come le tensioni anomale e gli sbilanciamenti posturali. Quando i muscoli nella zona del bacino sono contratti, infatti, la circolazione rallenta, le cellule adipose si accumulano e i liquidi ristagnanti restano più facilmente “imprigionati” nei tessuti, con un aumento di peso e una più facile comparsa della cellulite.

Una delle prime strategie per perdere peso e “appiattire” l’addome è quella di allentare tutte le tensioni

Manovre rilassanti

L’estetista Filomena Stella spiega che i trattamenti “pancia piatta” più all’avanguardia non si concentrano solo sul ventre ma coinvolgono tutto il corpo, per un’azione riequilibrante globale. In particolare, il massaggio decontratturante contrasta le rotondità addominali con manovre rilassanti e antistress, abbinate all’applicazione in loco di un impacco lipolitico. Le manualità antitensioni si concentrano soprattutto sulla schiena, perché sbloccando gli irrigidimenti lungo tutta la colonna vertebrale, e soprattutto nell’area lombare, si riattiva potentemente la circolazione sanguigna nella zona del bacino. Un maggiore afflusso di sangue ai tessuti li nutre, promuove la rigenerazione cellulare e soprattutto facilita il consumo dei cuscinetti adiposi.

Impacco caldo

Solo dopo avere concluso il massaggio è utile applicare sul ventre prodotti cosmetici ad hoc, i cui principi attivi possono penetrare più in profondità, grazie al miglioramento del microcircolo locale. L’esperta rivela che è particolarmente efficace un impacco caldo di fango rosso, ottenuto aggiungendo all’argilla della polvere di zenzero.
L’argilla ha forte azione rimineralizzante e rigenerante per i tessuti, mentre la radice di zenzero ha proprietà rivitalizzanti, disinfetta i tessuti e stimola la circolazione periferica in profondità, facilitando lo smaltimento delle tossine e lo snellimento. Il fango rimane in posa 15-20 minuti, e poi risciacquato. La seduta si conclude con l’applicazione di una crema idratante personalizzata. L’intero trattamento ha una durata di un’ora e mezza.