Il Timo si fa in 4 contro raffreddore, tosse, bronchite

Saverio Pepe
A cura di Saverio Pepe
Pubblicato il Aggiornato il 11/01/2019

Le sommità fiorite, la tintura madre, l'olio essenziale, il miele: del timo si utilizza tutto per combattere le malattie da raffreddamento

timo

Il timo è una pianta aromatica, tradizionale dell’erboristeria storica italiana, molto versatile ed efficace nella cura dei disturbi delle vie respiratorie, in particolare durante la stagione fredda. Ha infatti proprietà antimicrobiche, antspastiche e facilita la fluidificazione delle secrezioni.

La pianta, in particolare le sommità fiorite e i suoi derivati (tintura madre, oli essenziali, miele), sono raccomandati anche per la velocità della loro azione.

La tisana balsamica multiuso

Il modo più semplice per godere delle proprietà del timo è prepararsi una tisana con le sommità fiorite (in erboristeria). Cura dal raffreddore comune, alla tosse, dal mal di testa da freddo, sino ai dolori articolari. Versarne un cucchiaio raso in 200 ml d’acqua bollente. Si spegne e si lascia in infusione per due minuti. Filtrare e dolcificare con un cucchiaino di miele, sempre di timo. A scopo preventivo può sostituire il classico tè delle cinque, quando i disturbi respiratori sono già sopraggiunti va presa tre volte al giorno, sino alla guarigione.

La tintura madre anti-bronchite

La tintura madre di timo è il rimedio naturale più utilizzato per la cura della bronchite, uno dei disturbi più seri che possono colpire l’apparato respiratorio e quello con maggiori ricadute, perché l’infiammazione dei bronchi provoca un generale stato di allerta del sistema immunitario, che diventa ipersensibile, non solo all’azione dei virus ma dell’ambiente in generale. Questo rimedio, oltre a disinfettare le vie respiratorie, lenisce i bronchi e stimola il sistema immunitario, favorendo la guarigione e soprattutto ostacolando le ricadute. Può essere associato anche ai comuni farmaci antifebbrili. Se ne prendono 50 gocce in poca acqua calda, 3 volte al giorno dopo i pasti, sino alla remissione del disturbo.

L’olio essenziale che calma la tosse

Vero e proprio concentrato antivirale, l’olio essenziale di timo usato per via esterna calma anche la tosse più stizzosa e aiuta le vie respiratorie a ritrovare la giusta umidità. Mettere a bollire 500 ml d’acqua. Versarla in una bacinella e aggiungere 10 gocce di olio essenziale. Respirarne i vapori, con l’accortezza di non far arrivare gli effluvi fino agli occhi. Si può ricorrere a questi suffumigi anche 4-5 volte al giorno.

Pronto sollievo con un cucchiaino di miele

Il miele è considerato, quasi a volerne diminuire le capacità, un rimedio della nonna. In realtà alcuni, come quello di timo, sono ricchissimi di sostanze attive. Lenitivo e disinfettante, grazie al tanto fruttosio, un cucchiaino di miele di timo placa il dolore e fa da scudo contro i virus. Si può prendere anche 5-6 volte al giorno, ogni volta che se ne avverte il bisogno, da solo oppure sciolto in acqua calda o nella tisana.