Gambe in forma e senza cellulite con il gemmoderivato di pioppo

Saverio Pepe
A cura di
Pubblicato il Aggiornato il 02/05/2018
Per migliorare la circolazione delle gambe in inverno la fitoterapia raccomanda il gemmoderivato di Pioppo, da associare a compresse di Vite vinifera
Gemmoderivitao-pioppo-anticellulite

Quando si parla di problemi circolatori, si intende quell’insieme di disturbi che vanno dalle vene varicose, alla cellulite, dalla couperose al senso di stanchezza generale. Un rimedio naturale  perfetto per la stagione invernale è il Pioppo gemmoderivato, da anni studiato per la sua azione antitrombofilica e antispasmodica a livello del sistema arterioso degli arti inferiori. Utilizzato per migliorare la circolazione, combatte i disturbi associati ai deficit circolatori. È indicato per la sindrome delle gambe senza riposo, per chi soffre di arrossamenti e gonfiori agli arti inferiori anche in presenza di sovrappeso e problemi linfatici.

Un utilizzo specifico è come anticellulite, in quanto potenzia al massimo le terapie cosmetiche esterne, favorendo il miglioramento del tono esterno dell’epidermide.

Come consiglia il nostro fitoterapeuta Saverio Pepe la cura contro la cellulite prevede un ciclo di sei mesi con uno di stop. Si prendeno cinquanta gocce di Pioppo gemmoderivato (in farmacia e in erboristeria) in un bicchiere d’acqua fresca, al mattino a digiuno.

Associazioni vincenti

La cura è lunga ma assicura un efficace riequilibrio del sistema linfatico, nonché un miglioramento netto e costante del metabolismo epidermico. Per potenziarne i risultati va associata alle compresse di Vite vinifera, nella dose di una compressa dopo pranzo e una dopo cena, sempre per sei mesi. La Vite vinifera è particolarmente raccomandata quando la cellulite è associata a generali problemi circolatori o quando il disturbo si presenta anche in assenza di sovrappeso.