26/05/2015

Curare la cellulite con le erbe in 3 semplici mosse: 2a fase, tonificare

Saverio Pepe
A cura di Saverio Pepe
Pubblicato il Aggiornato il 07/07/2015

In questa fase, oltre a liberarsi delle tossine e a combattere i primi accumuli adiposi, bisogna restituire tonicità e leggerezza ai tessuti con l’aiuto della centella, dell’ippocastano, della gramigna e del frassino

cellulite

La fase fibrosa

Le cellule private del loro nutrimento e dell’ossigeno soffrono e si irrigidiscono, diventando fibrose. Il perdurare di questa situazione favorisce il formarsi di micronoduli e di un’infiammazione dei tessuti. Le cellule di grasso che si trovano nei tessuti vengono bloccate, ed ecco anche perché è così difficile eliminare il grasso in determinati punti del corpo.
Non intervenire vuol dire lasciare che questo processo progredisca diventando sempre più evidente in superficie: pizzicando la pelle questa assume il caratteristico aspetto a “buccia d’arancia”.

I programmi anticellulite a base di erbe vanno seguiti per cicli di 2 mesi consecutivi, si interrompono per 15 giorni, quindi si riprendono per un altro mese.

Le piante

Centella: è un flebotonico, facilita cioè la circolazione del sangue nelle vene.
Ippocastano: attiva la circolazione sanguigna e favorisce il ritorno venoso.
Gramigna: è un diuretico che libera l’organismo dalle tossine.
Frassino: agisce sui reni favorendo il loro corretto funzionamento.

Come si assumono

Tisana: chi soffre di cattiva circolazione del sangue deve preparare una tisana con 25 g di centella e 10 g di ippocastano lasciati in infusione per 5 minuti in una tazza di acqua bollente. Filtrare e bere 2 volte al giorno dopo i pasti.
Tisana: se ci sono problemi digestivi o renali, si può assumere una tisana con gramigna e frassino, preparata versando un cucchiaio di entrambe le erbe in parti uguali in una tazza di acqua bollente. Lasciare in infusione per 5 minuti, filtrare e bere dopo pranzo e dopo cena.
Gocce: versare 25 gocce di gramigna e frassino oppure 30 gocce di ippocastano e di centella (preparate dall’erborista in un unico flacone) in un bicchiere di acqua calda e bere 2 volte al giorno nel corso della giornata.

Quick tip

Applicare due volte al giorno, al mattino e alla sera, una crema o una pomata a base di centella (si trova in erboristeria) sulle zone più colpite dalla cellulite. Per fare penetrare in profondità i principi attivi di questa pianta è indispensabile compiere un massaggio dal basso verso l’alto in modo da stimolare il ritorno del sangue verso il cuore.

 

Scoprite le altre fasi della cellulite: 1a fase, 3a fase.