10/03/2019

Silhouette Massage drenante e anticellulite

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 10/03/2019

Viene eseguito sulle gambe, sui fianchi e sull’addome, per contrastare la ritenzione idrica, combattere la buccia d’arancia, riossigenare i tessuti e tonificare l’epidermide

massaggio rimodellante

Già il suo nome evoca e promette risultati di rassodamento e di definizione della figura. Si chiama infatti Silhouette massage ed è un massaggio che si esegue sulle gambe, sui fianchi e sull’addome per una triplice azione: rilassante, drenante e rimodellante.

Il trattamento viene eseguito in cicli da 10 sedute ciascuno, con una cadenza bisettimanale, adattandolo alle esigenze individuali

Contro ritenzione idrica e cellulite

Un massaggio suggerito nei casi in cui si vogliono combattere tutti gli inestetismi causati da ritenzione idrica e cellulite, ce lo descrive Michela Cinquina, Spa therapist presso l’Aspria Harbour Club di Milano.
La fase iniziale della seduta è mutuata dal classico massaggio linfodrenante: si applicano alle principali stazioni linfatiche (ascelle, inguine e cavo popliteo) degli oli essenziali e le si lavora con delicate pressioni ritmiche, in modo da stimolare l’afflusso e il drenaggio dei liquidi. Gli oli essenziali sono arricchiti con timo, maggiorana e lavanda, di cui si sfruttano i benefici effetti: il timo è un antisettico naturale e ha proprietà riequilibranti, la maggiorana combatte i crampi e i disturbi reumatici, la lavanda ha un effetto antitensioni ed è rilassante.

Dalle gambe ai fianchi

Successivamente si passa al massaggio vero e proprio, cospargendo le zone trattate con olio di riso (idratante ed emolliente) e olio di mandorle (elasticizzante e lenitivo). Il lavoro inizia e si concentra soprattutto sulle gambe, con movimenti rotatori eseguiti dal basso verso l’alto. Lo scopo di questa fase è “spremere” i tessuti e spingere i liquidi ristagnanti verso le stazioni linfatiche precedentemente “risvegliate”, dove la linfa viene depurata e si scarica delle tossine accumulate. Si sale a poco a poco verso le cosce e i glutei, dove manualità scivolate e lente si alternano con impastamenti e picchiettamenti, poi il massaggio viene eseguito anche sui fianchi e sull’addome. Sui fianchi si utilizzano impastamenti, che stimolano un drenaggio profondo e migliorano l’ossigenazione e il tono dell’epidermide, mentre sull’addome le manovre hanno un andamento circolare, per favorire anche la peristalsi.

L’intera seduta dura circa 50 minuti.