14/06/2018

Relax totale con il massaggio con i pennelli

Danno la sensazione piacevole di una lunga carezza, o del vento sulla pelle, e con le loro setole morbide regalano
mass-pennelli

Immaginate un massaggio dolce, avvolgente e piacevole, una pausa fra gli impegni quotidiani che in poco tempo rilassa il corpo, libera la mente da tutti i pensieri e regala un completo benessere. Non viene eseguito solo con le mani, come tanti altri massaggi antistress, ma con speciali pennelli, che lo rendono ancora più leggero, carezzevole ed efficace.

Il trattamento fonde tecniche e metodologie di rilassamento diverse e sfrutta pennellate con andamento rettilineo, scivolato, rotatorio, a zig-zag o combinazioni di passaggi più o meno complesse

Giovanna Puntaloro, estetista e docente di tecniche di estetica applicata, ci descrive i pennelli, in setole di martora (o talvolta di visone), molto morbidi e gradevoli sulla pelle. Ce ne sono di dimensioni diverse, con le setole più o meno lunghe e folte, da usare secondo l’ampiezza della zona su cui si lavora. I pennelli più piccoli servono per il viso, dove servono delicatezza e attenzione, quelli medi vanno bene sulle braccia, quelli un po’ più grandi sono adatti per le cosce o per l’addome e quelli di dimensioni maggiori (simili a spazzoloni, anche se più sottili) sono per “abbracciare” la schiena. Vengono appoggiati “di piatto” sul corpo con pressione decisa, ma dolce e piacevole. I pennelli si usano in coppia e il loro percorso sul corpo deve essere continuo, come una lunga carezza. L’effetto più evidente di un massaggio di questo tipo è quello di totale relax, perché viene trattato tutto il corpo, inclusi il viso e il cuoio capelluto, per un’azione rilassante ancora più completa.
Le setole stimolano la parte superficiale dell’epidermide, quella dei bulbi piliferi, evocando sensazioni ancestrali e molto profonde. Chi riceve il trattamento si abbandona a poco a poco a queste “coccole”, che sciolgono tutte le tensioni psicofisiche e regalano un senso di grande benessere. Inoltre, da un punto di vista strettamente meccanico, i pennelli compiono una stimolazione della rete linfatica più superficiale, favorendo il drenaggio dei liquidi e delle tossine che ristagnano nei tessuti periferici. Non a caso, già alla fine della seduta si nota un aumento della diuresi.
Benché sia teoricamente possibile, un massaggio rilassante non viene mai eseguito interamente e soltanto con l’ausilio dei pennelli. L’efficacia e la piacevolezza del lavoro, infatti, vengono amplificate dall’abbinamento di questo tipo di stimolazione con manovre manuali classiche, eseguite con olio da massaggio. Il trattamento base, con i pennelli, dura circa 45 minuti, cui si possono aggiungere manipolazioni diverse per caratteristiche e obiettivi, secondo il bisogno.