15/05/2018

Massaggio total body riequilibrante ai fiori esotici

L'azione degli oli essenziali, ricavati da numerose piante aromatiche combinata a quella di manualità dolci e scivolate regala relax e benessere
fioriesotici

Già nell’antico Egitto erano note le virtù terapeutiche degli oli e degli estratti di sandalo, mimosa, gardenia e gelsomino: cosmetici profumatissimi e aromi inebrianti si applicavano sul corpo, per mantenere giovane ed elastica l’epidermide e per prendersi cura della bellezza femminile. In questa tradizione terapeutica millenaria si inserisce un trattamento total body, che sfrutta le proprietà rilassanti e riarmonizzanti dei fiori esotici.

Seguendo un trend particolarmente amato, il trattamento si effettua applicando al corpo ingredienti naturali, che vengono preparati secondo le necessità soggettive.

Un mix riequilibrante e antistress

La naturopata Carla Aghito (www.naturopata-rimini.it) spiega che il massaggio viene eseguito utilizzando l’olio di sesamo, che funge da cosmetico-base, cui si aggiunge un mix di oli essenziali ricavati dalla macerazione di fiori e di spezie. La scelta del cocktail è personalizzata in funzione dei bisogni soggettivi, ma tutte le essenze utilizzate hanno azione rilassante e riequilibratrice per l’organismo. Ci sono ad esempio il gelsomino e la lavanda, noti per il loro effetto calmante, il sandalo e l’ylang-ylang, che contrastano l’irritabilità, l’insonnia e la depressione, il fiore di loto, dal potere riarmonizzante. Il risultato è un mix profumatissimo, con un sicuro effetto antistress, i cui principi attivi vengono assorbiti dai tessuti, ma influenzano profondamente l’organismo anche attraverso l’olfatto, secondo i principi dell’aromaterapia.

Come si svolge la seduta

Il massaggio si esegue con gli avambracci, che consentono di compiere lunghi scivolamenti su tutto il corpo. La pressione viene modulata secondo le necessità, più dolce o più incisiva, ma scioglie comunque le tensioni muscolari, regalando una sensazione di grande relax. Viene eseguito anche un lavoro di riflessologia sui piedi, sulle mani e sulle orecchie: qui si stimola con la digitopressione in particolare il cosiddetto punto Zero che, secondo gli insegnamenti dell’auricoloterapia, favorisce il riequilibrio energetico. L’intero trattamento dura un’ora.