20/10/2021

Eczema: con il freddo peggiora. Ecco le soluzioni

Simona Lovati
A cura di Simona Lovati
Pubblicato il 20/10/2021 Aggiornato il 20/10/2021

Si screpola, si irrita e pizzica. La pelle soggetta ad eczema non ha vita facile con il freddo. Il dermatologo ci spiega come migliorare la situazione.

eczema

Arrossata, pruriginosa, desquamata e accompagnata da piccole vescicole che si possono rompere? Se la pelle presenta queste problematiche potrebbe trattarsi di un eczema, una patologia cutanea cronica che compare e scompare a fasi alterne su un’epidermide che presenta per natura delle debolezze intrinseche, come la mancanza di un corretto film idrolipidico che fa penetrare possibili allergeni.

La beauty routine deve essere molto soft: sì a detergenti poveri di tensioattivi e a creme lenitive per pelli intolleranti con l’obiettivo di ristabilire il giusto di livello di idratazione senza irritare.

Cause diverse

«L’eczema è una dermatite scatenata da diverse cause, che possono essere genetiche, oppure legate ad agenti esterni, quali il ripetuto contatto con sostanze potenzialmente sensibilizzanti, gli allergeni, per esempio contenute nei detergenti, make up, ma anche alimenti. È una manifestazione che può comparire su qualsiasi parte del corpo e del viso, soprattutto durante i mesi freddi, perché le basse temperature tendono a seccare e a rendere ancora più fragile la pelle», spiega la dottoressa Mariuccia Bucci, dermatologo a Sesto San Giovanni (MI) e presidente ISPLAD (International Italian Society of Plastic Regenerative and Oncologic Dermatology).

Come intervenire

  • Il primo passo è individuare la sostanza incriminata e, se possibile, starle alla larga.
  • Il dermatologo saprà consigliare la corretta terapia farmacologica, cercando di evitare, quando possibile i cortisonici, che creano una sorta di dipendenza. Per questo, in genere vengono utilizzate creme cortison-like a base di estratti vegetali, antinfiammatori naturali in grado di lenire la cute e prevenire la comparsa di recidive.
  • A scopo preventivo puoi assumere probiotici oppure integratori alimentari contenenti il ribes nigrum (che è anche un antistaminico naturale) per diminuire la reattività dell’epidermide e rafforzare la barriera cutanea (chiedi sempre consulto allo specialista).
  • Vietato l’uso del trucco quando l’eczema è in atto sul viso o sulle palpebre.