30/04/2019

Cefalea e sindrome premestruale: con gli oligoelementi agisci sugli ormoni

Saverio Pepe
A cura di Saverio Pepe
Pubblicato il 30/04/2019 Aggiornato il 30/04/2019

I complessi Manganese-Cobalto e Zinco-Rame permettomo di riequilibrare gli estrogeni aumentando anche la soglia di sopportazione del dolore

cefalea da ciclo

Il mal di testa tipico della sindrome pre-mestruale  compare sin dalle prime mestruazioni e può durare per tutta la vita fertile della donna. Unico momento di tregua: durante la gravidanza. E poi per vederlo scomparire bisogna aspettare l’arrivo della menopausa.

Legato al fluttuare degli estrogeni si presenta puntuale uno, due giorni prima della comparsa delle mestruazioni e, a volte, anche nei tre giorni successivi. Gli attacchi sono brevi ma particolarmente intensi.  Per non abusare di antidolorifici il consiglio è ricorrere alla medicina dolce, che si può utilizzare anche per lunghi periodi senza effetti collaterali.

In particolare è molto adatta l’oligoterapia che utilizza minerali in traccia, disciolti in fialette. Funziona perché cambia in profondità l’equilibrio ormonale e innalza anche la soglia di sopportazione del dolore.

I rimedi giusti

I complessi Manganese-Cobalto e lo Zinco-Rame (in farmacia ed erboristerie specializzate) sono due coppie di oligoelementi che agiscono sul “terreno” della donna, alleviando il dolore e interrompendo l’associazione “arrivo delle mestruazioni-comparsa della cefalea”. Si acquistano in farmacia  e in erboristeria e vanno assunti tutti i giorni alternativamente al mattino a digiuno. Si possono fare cicli anche annuali, per risolvere definitivamente il problema.