29/05/2022

Caldo: il pronto soccorso è naturale

Saverio Pepe
A cura di Saverio Pepe
Pubblicato il 29/05/2022 Aggiornato il 29/05/2022

Le temperature elevate causano non pochi disagi. I rimedi verdi aiutano a sentirsi meglio in tempi rapidi

Fitness woman drinks water in front of sea background

Il caldo, specie se inaspettato,  porta con sé piccoli e grandi disturbi legati alle alte temperature e all’utilizzo talvolta sbagliato di condizionatori, ventilatori o finestrini dell’auto completamente aperti, provocando fastidiosi raffreddori, mal di gola, mal di testa, sinusiti e dolori muscolari. D’altra parte, anche una prolungata esposizione alle alte temperature, all’afa e all’umidità può dare luogo a improvvisi colpi di calore, giramenti di testa e repentini abbassamenti di pressione.

La medicina naturale, in particolare la fitoterapia, aiuta a prevenire e risolvere i disagi legati al caldo o a un uso improprio del freddo artificiale, offrendo rimedi che aiutano a sentirsi meglio in breve tempo.

Il metodo di assunzione

Per la tinture madri e macerati glicerici si procede versando le gocce prescritte in un bicchiere con circa un dito di acqua e si assume preferibilmente a stomaco vuoto. Gli estratti secchi, invece, si assumono in capsule. Si consiglia di seguire la terapia per almeno 2 mesi tutti i giorni e poi ripetere il ciclo più volte durante l’anno.

A ogni disturbo il suo rimedio

Per qualsiasi tipo di patologia legata alla caldo, allo sbalzo eccessivo di temperatura, all’uso improprio del condizionatore, conviene sempre prevenire lavorando sui punti deboli della persona.

Capogiri e colpi di calore: chi soffre di giramenti di testa dovuti alla pressione bassa può trarre beneficio dal ribes nigrum MG 1DH, 40 gocce tutte le mattine per tutto il periodo a rischio.

Eccessiva sudorazione: per chi presenta sudorazione abbondante con rischio di bronchiti e raffreddori è utile un prodotto rimineralizzante e rinforzante a base di equisetum arvense che si può trovare sotto forma di estratto secco nella misura di 1-2 capsule al giorno.

Colite e diarrea: chi soffre di colite e teme l’aria fredda dell’ufficio e gli sbalzi di temperatura può assumere il mirtillo (vaccinus mirtillus) TM nella misura di 50 gocce tutte le mattine (o 1-2 capsule di estratto secco al giorno) unito a fermenti lattici per tutta l’estate.

Tosse, raffreddore, mal di gola: anche in questo caso risulta utile il ribes nigrum MG 1 DH che è un buon antinfiammatorio e antistanchezza in quantità di 40 gocce mattina e pomeriggio finché il disturbo si attenua o scompare.

L’articolo completo è sul numero di Silhouette donna di giugno, ora in edicola,