12/09/2019

Arnica, dalle mille virtù. Per il dolore e non solo

Alberta Mascherpa Pubblicato il Aggiornato il 12/09/2019

Nasce in alta montagna per offrire soluzione a tanti piccoli problemi di tutti i giorni. Dal dolore alla stanchezza, dagli ematomi alle punture d'insetto e anche per la pelle impura

arnica

Tenere in casa una pomata o un gel a base di arnica è sempre una buon idea. Perché questa pianta, che nasce in alta montagna regalando fiori gialli dal profumo intenso, ha molte e notevoli proprietà, da sempre usate per la cura di tanti piccoli disturbi.

In fitoterapia l’arnica viene usata solo come rimedio esterno sotto forma di preparati come creme, gel, sieri e spray che si rivelano utili contro vari tipi di dolori.

Da spalmare

Per la sua azione analgesica una pomata all’arnica è preziosa, ad esempio, per trattare traumi articolari e muscolo-scheletrici di varia natura, dai distorsioni alle contusioni fino alle fratture.

L’arnica risulta un valido sostegno anche per risolvere l’indolenzimento dovuto a un lavoro pesante, a una seduta intensa in palestra ma anche a una lunga passeggiata in montagna oppure una corsa un po’ troppo prolungata.

La pomata si può anche applicare nel caso di traumi per limitare il dolore, contenere la formazione degli ematomi e accelerarne il riassorbimento.

Come impacco

Oltre che già pronta in creme e gel, l’arnica si può anche usare sotto forma di soluzione alcolica, disponibile in erboristeria: in concentrazione al 10-20%, si versa su un paio di garze e si impiega come impacco da applicare sulle parti dolenti per almeno una mezz’ora.

Per bocca

L’arnica si può assumere anche per bocca ma solo sotto forma di rimedio omeopatico, utile contro i dolori, anche di schiena, per alleviare l’affaticamento e per aiutare la risoluzione dei traumi fisici.

Provalo anche...

Un massaggio con l’arnica può essere utile anche in caso di crampi, sia quelli dovuti all’attività fisica, sia quelli che possono cogliere durante la notte. Funziona bene per altro contro le punture d’insetti, anche per allentare il gonfiore della parte, e per aiutare la risoluzione di brufoletti. Le uniche precauzioni da adottare: evitare di applicare prodotti all’arnica sulla cute lesa e fare attenzione a zone particolarmente fragili come il viso.