18/10/2018

A spasso con Fido: 3 modi per fare sport con il proprio cane

Roberta Camisasca Pubblicato il Aggiornato il 18/10/2018

Uscire con il proprio cane ha effetti positivi sull'umore ma anche sul cuore. Ecco 3 semplici esercizi da provare insieme al proprio pet

spassofido

Secondo l’American Heart Association, possedere un cane riduce il rischio di infarto perché, portandolo a passeggio, si fa movimento regolarmente e piacevolmente.

Ricercatori canadesi dell’Università di Vittoria hanno avvalorato questa tesi affermando che chi possiede un cane trascorre 300 minuti a settimana del tempo all’aperto, contro i soli 168 di coloro che vivono senza un animale domestico.

Il mini programma protettivo

Per questo Sergio Bottino, Coordinatore dei servizi extra-veterinari per gli animali di Ca’ Zampa, clinica veterinaria integrata di Brugherio (Milano) propone un ciclo di 3 semplici esercizi da fare almeno 2-3 volte a settimana. Il programma va seguito per 14-16 settimane: soddisfa la necessità di movimento con effetto protettivo sulla salute cardiovascolare e neurologica. Eccoli nel dettaglio.

  1. La passeggiata semplice richiede almeno 20 minuti e andrebbe fatta almeno 2-3 volte a settimana. Si parte dalla condotta del cane al guinzaglio e si inseriscono a piacimento cambi di velocità, svolte a destra e sinistra, posizione di controllo per pochi istanti (comando del “seduto”). Questo tipo di attività, comparabile al riscaldamento motorio, richiede al massimo 90 pulsazioni al minuto con effetti positivi sul sistema articolare ed endorfinico. Cercando variazioni di pendenze o altre difficoltà di terreno, l’esercizio può diventare più impegnativo raggiungendo 120 pulsazioni.
  2. La passeggiata con riporto è consigliabile per 20-40 minuti. Si parte dalla condotta del cane al guinzaglio al fianco del proprietario che comanda al pet una posizione di controllo (con i comandi “resta”, “seduto”, “terra”). Il passo successivo consiste nel lancio della pallina e poi il comando di riprendere il gioco e riportarlo. Una volta ripresa la pallina, ci si sposta di altri 20/50 passi e si ripete il tutto. È un’attività con ridotto impegno aerobico: i battiti cardiaci non superano le 90 pulsazioni al minuto. Per evitare sforzi traumatici per spalla e schiena, iniziate con lanci corti, per aumentarli man mano. Da evitare sull’asfalto o su terreni duri.
  3. La “corsa leggera” con il cane al guinzaglio mette alla prova la propria resistenza. Le pulsazioni cardiache salgono a 140-150. Prima abituatevi allo sforzo con almeno 2 settimane di passeggiate e un riscaldamento di 10 minuti. Inserite il jogging almeno 3 volte alla settimana e completate nei restanti giorni con almeno uno degli altri 2 esercizi a piacimento.