15/09/2016

Fantasie sessuali: sono pericolose per la coppia?

Viaggiare con la mente alla ricerca di trasgressioni e situazioni estreme non è peccato. E non mette a rischio la coppia, anzi…
fantasie erotiche

Parlare di sesso non è più tabù, ma quando si tratta di manifestare le proprie fantasie sotto le lenzuola riaffiorano imbarazzo e vergogna. È ciò che emerge da una recente ricerca condotta dalla Fiss (Federazione italiana di sessuologia scientifica).

Secondo i dati sono i più giovani, sotto i 40 anni, quelli più “attivi” dal punto di vista dell’immaginazione erotica, così come coloro che hanno una relazione stabile.

Gli uomini guadagnano i punteggi più alti in tutte le classi di età sul piano della frequenza, della risposta eccitatoria e del desiderio di realizzazione. La maggior parte delle donne, invece, non vuole che le fantasie si avverino davvero.

Le situazioni più intriganti per lui e per lei

In cima alle situazioni più sognate, per le donne c’è il rapporto sessuale con il partner, il bacio appassionato, il tenero abbraccio e infine l’essere masturbata fino a raggiungere l’orgasmo. La palma della fantasia più frequente indicata dai maschi va al ricevere del sesso orale dal partner, seguita dall’avere un rapporto completo, l’essere stimolati manualmente sui genitali dal partner e stimolare i suoi. Niente di particolarmente scabroso, commentano gli esperti della Fiss. Forse perché intorno alle fantasie più estreme c’è ancora molto riserbo, misto a sensi di colpa e paure, per esempio di essere perversi o anormali. Niente di più sbagliato.

Un giardino segreto che alimenta il desiderio

Un ricco immaginario sessuale è fondamentale per il benessere individuale e di coppia: rappresenta il “giardino segreto” dei desideri più inconfessabili. Le fantasie aiutano a mantenere acceso il desiderio (la letteratura e l’evidenza clinica mostrano una forte correlazione tra la capacità di elaborare fantasie e la libido), permettono di incrementare l’eccitazione, potenziano l’orgasmo. Per le coppie, rappresentano una preziosa opportunità di creare, attraverso la condivisione delle situazioni immaginate, una speciale sintonia intima. Un modo per spezzare la routine e mettere un po’ di pepe nella storia.

Senza sensi di colpa

Il senso di colpa è frequente soprattutto quando il soggetto della fantasia non è il proprio compagno. La ricerca invece dimostra che è frequente, e del tutto normale, che partner di lunga data sviluppino fantasie su persone esterne alla coppia. Succede per motivi fisiologici, per far sì che la coppia resti unita, sebbene sia stata superata la fase di innamoramento e passione iniziale: cambiare partner nella mente non equivale a un desiderio di tradimento nella vita reale!

Vinci Berlino con Essence