23/03/2017

Luca Marinelli, il ragazzo “difficile” è sempre più bravo

Bello, intenso, trasformista, con uno sguardo che colpisce al cuore, Luca Marinelli sceglie ruoli estremi, da scalare come una montagna. Per questo vale la pena conoscerlo meglio
luca-marinelli

Forse è il suo lo sguardo che più “colpisce al cuore” nel cinema italiano di oggi: verde, intenso, dolcissimo o spiritato e tagliente. Luca Marinelli  oltre a essere bello, è bravissimo e trasformista. E sullo schermo lo vedremo sempre di più.

Cattivo solo sul set

I registi lo hanno visto fin dagli esordi come un “ragazzo difficile”. Nel suo primo film da protagonista “La solitudine dei numeri primi” era un giovane borderline e introverso. Irriconoscibile, era ingrassato di dieci chili per essere più credibile. E anche il tossico di “Non essere cattivo” e il criminale folle di “Lo chiamavano Jeeg Robot” non erano da meno. Ma a dispetto di questi ruoli estremi, che come lui stesso ha dichiarato, “ama scalare come una montagna” Luca è un ragazzo timido e sensibile che prende il suo mestiere di attore con molta serietà: sceglie solo film che lo convincono.

Tanti premi per lui

Secondo molti è uno degli interpreti più bravi del nostro cinema. Eppure, curiosamente, Luca, che ha frequentato l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica (sì, non viene da reality e calendari!) fu scartato al Centro Sperimentale di Cinematografia. Forse perché candidamente aveva indicato “Batman” come il suo ultimo film visto al cinema…

Da allora, giustamente, solo premi. In pochi anni ne ha collezionati tantissimi, fra cui il David di Donatello nel 2016 per “Lo chiamavano Jeeg Robot”.

Attore del momento

Il suo bel viso spopola al cinema: in questo momento lo possiamo ammirare accanto a Isabella Ragonese nel ruolo del ragazzo gay (che diventerà papà adottivo) in “Il padre d’Italia” di Fabio Mollo: commovente e affascinante. Ad aprile lo vedremo accanto al grande Toni Servillo in una simpatica commedia: “Lasciati andare” di Francesco Amato. E Luca ha già accettato un’altra sfida: in “Il principe libero” si confronterà con un cantante mito, Fabrizio De André. Le riprese sono già iniziate e a Genova.

L’amore? È a Berlino

Romano, Luca ha lasciato il nostro paese già da qualche anno, trasferendosi a Berlino. Lo ha fatto per amore e, come ha dichiarato, “non si è mai pentito”: la sua compagna è l’attrice Alissa Jung, conosciuta sul set della fiction “Maria di Nazareth” dove lui interpretava San Giuseppe! Con Alissa, che ne è la fondatrice, Luca promuove un’associazione, PenPaperPeace, che aiuta i bambini di Haiti ad avere un’istruzione. Non solo belli ma anche impegnati e generosi…