16/03/2017

San Patrizio: come festeggiarlo in Italia

Il 17 marzo è San Patrizio, festa nazionale irlandese, che però ormai si celebra anche in Italia. Ecco gli eventi in programma
sanpatrizio

In Italia siamo ormai abituati ad “adottare” usi, costumi e persino feste dall’estero. Non c’è quindi da stupirsi se venerdì 17 marzo ci ritroveremo in sintonia con gli irlandesi, dato che anche noi festeggeremo il loro patrono ovvero San Patrizio. Forse molti non lo sanno, ma questa festa ha una doppia valenza: religiosa nella Repubblica d’Irlanda e bancaria nell’Irlanda del Nord. È festa nazionale anche nell’ isola di Montserrat nei Caraibi, dove tra i suoi 4.000 abitanti troviamo molti emigrati irlandesi. È proprio grazie all’emigrazione che troviamo diverse comunità irlandesi sparse per il mondo, in particolare nel Canada e negli Stati Uniti: è per questo che il 17 marzo non vengono organizzate sfilate tipiche solo a Dublino, ma anche in città come Montréal, New York, Chicago e Boston.

Falsi miti

Andando a scoprire qualcosa in più su questa festa, scopriamo che in realtà St. Patrick non era irlandese, bensì gallese e pare che il suo vero nome fosse Maewyn Succat. La leggenda vuole poi che St.Patrick abbia liberato l’Irlanda dai serpenti, ma sorte qualche dubbio dato che da quelle parti non ce ne sono mai stati. C’è infine la questione del verde, colore prediletto per questa festa e che richiama il tradizionale trifoglio irlandese: diverse testimonianze dicono che San Patrizio preferiva vestire in blu.

Dove festeggiare a Milano e a Roma

Le città italiane che sembrano sentire di più questa ricorrenza sono soprattutto Milano e Roma. Nel capoluogo lombardo si può scegliere, per esempio, tra la festa organizzata al Joy a base di street food e live di gruppi irish folk (che proseguirà anche il 18 marzo) a quella dello Spirit de Milan che per l’occasione si trasforma in Spirit de Ireland per tre giorni (fino al 19 marzo) dando spazio anche all’artigianato e a workshop di danze irlandesi. Alla Fabbrica del Vapore potrete partecipare gratuitamente all’Irish Fest dal 17 al 19 marzo, dove verranno organizzati anche mercatini, mostre e laboratori per i più piccoli.
Spostandoci invece nella capitale è invece inevitabile una tappa alla famosa Stazione della Birra, dove sarà la musica la grande protagonista con tanto di raduno del gruppo Facebook U2 Italian Fans. Al Brittany Garage ci sarà spazio non solo per la musica dal vivo e la birra, ma anche per uno spettacolo burlesque e giochi di fuoco, con dress code rigorosamente verde. Ai romani che amano le danze folkloristiche consigliamo invece un salto alla festa organizzata al Crazy Duck Pub.

Monumenti in verde

Anche quest’anno è stato organizzato il Global Greening e 220 monumenti in giro per il mondo si illumineranno di verde. In Italia hanno aderito il Colosseo a Roma, la Torre di Pisa, il Palazzo del Podestà a Bologna, il Pozzo di San Patrizio a Orvieto, Piazza Mercurio a Massa, oltre al Teatro Alfonso Rendano, il Castello Normanno-Svevo, il Municipio e le Fontane Danzanti a Cosenza.

A tutta birra

Non c’è festa irlandese senza della buona birra ed è per questo che la mitica Guinness ha organizzato, per St.Patrick 2017, una party social per unire tutti e sei i continenti. Si prevede la partecipazione di più di 70 milioni della grande community dei “tipi da Guinness” che brinderanno al grido di “Let’s get together”. Chi vuole raccontare il proprio giorno di San Patrizio, dichiarando in quale tipo di Guinness si riconosce, può postare foto e video usando gli hashtag #guinnesstogether e #tipidaguinness.

Visioni casalinghe

Netflix ha invece pensato a chi preferisce festeggiare a casa, proponendo una serie di film, serie e documentari ambientati nella splendida Irlanda. Si va da Once di John Carney (2007, vincitore del premio Oscar per la migliore canzone) a Il vento che accarezza l’erba di Ken Loach (2008, vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes), da Hunger di Steve McQueen (2008, vincitore della Camera d’Or come miglior opera prima al Festival di Cannes, vede protagonista un giovanissimo Michael Fassbender) a Ondine – Il segreto del mare di Neil Jordan (2009, con l’irlandese Colin Farrell protagonista), fino a The Stag – Se sopravvivo mi sposo di John Butler (2013). C’è poi Rebellion, mini-serie originale Netflix ambientata nella Dublino del 1916 e la serie di documentari Tales of Irish Castles, che ci trascinerà in un affascinante viaggio nella storia e nelle meraviglie architettoniche di questo paese.