15/02/2017

Make up occhi: smokey o winged eyes?

Anche nel make up non esistono mezze misure: lo smokey eyes continua a piacere e lo winged eyes sta conquistando sempre più addicted
Wigend

La primavera si annuncia senza mezze misure. Anche nel make up e in particolare in quello degli occhi colore intenso, linee decise e ombreggiature forti saranno protagonisti sulle palpebre. E se da un lato lo smokey eyes continua a piacere, dall’altro prende sempre più piede lo winged eyes, lo sguardo “alato”, che prevede una virgola di colore dalla palpebra fino alla parte più esterna, con decisione. A differenza dello smokey eyes che necessita di matita nera, kajal e un paio di ombretti, lo winged eyes sceglie un unico tono che deve essere però acceso e ben visibile: niente nero, grigio o marrone quindi, ma verde e zaffiro, rosso e arancione per chi non ha paura di osare. Ideale è scegliere un ombretto in crema, morbido e setoso, che può essere steso direttamente con le dita disegnando una virgola che dall’attaccatura interna dell’occhio esce di qualche millimetro nella parte finale riempiendo di colore quasi tutta la palpebra.

Quattro step per lo smokey

L’alternativa allo winged eyes rimane sempre il classico, intramontabile smokey. Per realizzarlo bastano quattro semplici passaggi.

  • Si stende sulle palpebre una base che uniforma e leviga e a seguire un ombretto chiarissimo utilizzando un pennello dalle setole morbide per distribuire la polvere in modo omogeneo.
  • Con il kajal si colora la rima interna, inferiore e superiore e con una matita nera morbida si traccia una riga all’attaccatura delle ciglia superiori lungo tutta la palpebra ispessendo il tratto verso l’angolo esterno.
  • Con un ombretto scuro, grigio o nero, si fissa e si sfuma la riga applicando eventualmente un po’ di ombretto chiaro nella piega dell’occhio perché la sfumatura risulti più omogenea.
  • Si completa lo smokey eyes con una dose generosa di mascara sulle ciglia superiori e solo un tocco su quelle inferiori.

Quando il make up degli occhi è particolarmente importante, quello della bocca deve essere molto discreto per non far diventare l’insieme eccessivo.

Vinci Berlino con Essence